Bello (FdI): “Il Pd è il responsabile principale della disfatta della sanità a Senigallia e nelle valli”

Bello (FdI): “Il Pd è il responsabile principale della disfatta della sanità a Senigallia e nelle valli”

SENIGALLIA – “Sabato mattina si è svolto il Consiglio Grande di Senigallia dedicato alla sanità. Una passerella inutile voluta dal PD, da Mangialardi e da Ceriscioli per certificare il ‘de profundis’ della sanità e per confessare in diretta streaming le loro responsabilità per la pessima gestione di un bene prezioso, qual è appunto la salute. Un Consiglio vuoto di idee e di concretezza”. Lo dichiara Massimo Bello (nella foto), consigliere dell’Unione e dirigente regionale di Fratelli d’Italia, che in proposito interviene dopo la seduta del Consiglio Grande, a cui i rappresentanti del partito di Giorgia Meloni non hanno presenziato perché “la kermesse di Mangialardi, Ceriscioli e del PD – dice Bello – ha di fatto dimostrato come la riunione fosse soltanto lo spazio autogestito di una iniziativa elettorale, in cui i vari esponenti del PD hanno dato luogo a slogan, in cui non credono nemmeno loro, anche perché la realtà, quella vera è un’altra”.

“Alla fine, da quella farsa, grottesca e singolare, non è emerso proprio nulla di nuovo: alcuna novità ed alcuna speranza per la nostra città e per il comprensorio vallivo. Mangialardi, Ceriscioli e tutto il PD hanno fatto finta di nulla, come se loro non avessero nulla a che fare con quanto accaduto. Hanno parlato del futuro, dopo aver distrutto passato e presente”.

“Bene ha fatto Fratelli d’Italia – ribadisce Massimo Bello – a non partecipare allo show del PD, tra l’altro poco partecipato, a porte chiuse, lontano dalla città, e con interventi preconfezionati e di rito. Anche perché cosa aspettarsi da coloro che sono stati e sono il problema, ma non possono esserne la soluzione? Cosa aspettarsi da coloro che sono stati i primi a votare, poco più di sei mesi fa, il nuovo piano sanitario regionale, che vede Senigallia e il territorio delle Valli Misa-Nevola relegato ad ultima ruota del carro? Cosa aspettarsi, infine, da coloro che negli ultimi dieci anni avrebbero potuto implementare e valorizzare il nostro Ospedale, ma non l’hanno fatto?”

“Eppure, da tempo, Senigallia e il suo comprensorio vallivo – sottolinea l’esponente di Fratelli d’Italia – chiedono un riconoscimento e un risarcimento dalla Regione. Eppure, sono anni che questo territorio chiede una particolare attenzione da parte della Giunta regionale per ottenere ciò che spetta loro di diritto: una sanità di prim’ordine calata in una realtà, che rappresenta un quarto della popolazione provinciale”.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: