Allagamenti, alberi e rami pericolanti: mattinata di interventi per i vigili del fuoco

Allagamenti, alberi e rami pericolanti: mattinata di interventi per i vigili del fuoco

ANCONA – Alberi abbattuti e strade allagate per la bomba d’acqua che questa mattina ha investito la città. Gran da fare per i vigili del fuoco,Polizia Locale, il personale di Anconambiente, della Protezione civile e del magazzino comunale, che sono intervenuti in più punti per far fronte alla emergenza caratterizzata da oltre 40 millimetri di pioggia caduti in meno di 30 minuti (secondo il pluviometro della Regine Marche di Piazzale Europa) e con il  picco massimo alle 8:45 con una frequenza di precipitazioni di 109.6 mm./h di pioggia  e con venti che hanno soffiato a più di 75 km/h.

I sottopassi cittadini sono stati subito tutti chiusi dall’avvio del fenomeno temporalesco e sono stati riaperti progressivamente al diminuire della portata delle precipitazioni.

A provocare i danni più gravi sono stati gli alberi. In zona Salesi un albero di un giardino è crollato danneggiando  un palo della pubblica illuminazione e tranciando i cavi della luce. Anche in via Tavernelle, dopo Pozzetto, sul lato destro sono caduti due alberi che hanno danneggiato due auto e la linea aerea di Conerobus. Sul posto sono intervenuti i Vigli del fuoco che hanno messo in sicurezza i resti degli alberi mentre una ditta incaricata dal Comune ha provveduto allo sgombro della carreggiata. Altri due alberi sono crollati a terra sia sulla strada vecchia del Pinocchio  che in via della Ferrovia, in questo ultimo caso è stato abbattuto anche un palo della luce.

La grande quantità d’acqua caduta in pochi minuti ha dato luogo a numerosi allagamenti in vari punti della città.  In piazza D’Armi allagata la parte centrale del mercato, in via Marconi, zona Borgo Pio, allagata parzialmente la carreggiata. Altro allagamento anche in via Colombo e in Piazza Diaz. In questi casi, e nelle vie via Pirandello, corso Matteotti,, Corso Stamira, via Spalato, Piazza Cavour, via Giordano Bruno, via Rismondo, corso Amendola, via Ranieri, via Tagliamento, tutta la zona all’Ingresso del tribunale, Piazza Repubblica, la Zona del Porto, sono intervenute le squadre di Anconambiente che hanno aperto le caditoie per agevolare il flusso delle acque.

“Il pronto intervento di numerosi soggetti, (Protezione civile, vigili del fuoco, Polizia Locale, Anconambiente, addetti del magazzino comunale) ha garantito una risposta immediata ed efficace – afferma l’assessore alla Protezione Civile, Stefano Foresi – consentendo di tornare velocemente alla normalità. Ringrazio tutti per l’impegno profuso questa mattina nell’attuazione del protocollo di intervento previsto dalla Protezione civile comunale in questi casi”.

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: