“A Trecastelli la maggioranza boccia la Commissione sulla sicurezza e sull’integrazione sociale”

“A Trecastelli la maggioranza boccia la Commissione sulla sicurezza e sull’integrazione sociale”

Decisa presa di posizione della lista civica #Insiemesipuò (Giorgio Terenzi, Nicola Peverelli, Gloria Montironi)

TRECASTELLI – “In seguito al grave fatto di cronaca che ha coinvolto la comunità di Passo Ripe – investimento di una bambina di due anni da parte di un richiedente asilo dimorante a Trecastelli – abbiamo maturato l’idea di avanzare una proposta – si legge in una nota della Lista civica Trecastelli#Insiemesipuò (Giorgio Terenzi – capogruppo -, Nicola Peverelli, Gloria Montironi) – che aveva raccolto il favore della stragrande maggioranza dei cittadini di Trecastelli, e ciò a prescindere dalle rispettive sensibilità politiche, ma l’amministrazione comunale ha dato una chiara dimostrazione di debolezza sul fronte sicurezza e gestione del fenomeno migratorio, evidentemente condizionata da alcuni esponenti di estrema sinistra di nicchia che si annidano in una sedicente associazione locale”.

Non hanno dubbi a tal riguardo i consiglieri comunali Giorgio Terenzi , Nicola Peverelli e Gloria Montironi. “La commissione proposta – si legge ancora nel documento – doveva fungere da supporto rispetto a problematiche relative alla integrazione sociale con tutte le implicazioni culturali ed economiche che ne conseguono, una proposta aperta e di buon senso in ordine a delle criticità che da tempo si sono manifestate a Passo Ripe con episodi pregressi che hanno preoccupato, e non poco , i residenti. La commissione avrebbe affrontato tutti gli aspetti che riguardano le gravi marginalità e non solo il fenomeno migratorio” così il capogruppo della lista civica Trecastelli#Insimesipuo’ Giorgio Terenzi al quale fa eco il collega di lista Nicola Peverelli “Risale al 2017 la mia prima interrogazione presentata sul tema dell’accoglienza a Trecastelli segnatamente alla comunità di Passo Ripe.

“Purtroppo, le criticità segnalate dai cittadini di Passo Ripe ed il grave fatto di cronaca ci hanno indotto, di fronte all’immobilismo dell’amministrazione comunale che avrebbe potuto, mediante formali e circostanziate segnalazioni, attenzionare la Prefettura di Ancona, a proporre una commissione che prevedesse la condivisione del lavoro conoscitivo tra maggioranza e minoranza, anche per comprendere se i problemi, oramai noti, siano legati alla condotta di alcuni ospiti o alla mala gestione dei progetti di accoglienza migranti da parte degli enti responsabili dell’osservanza dei progetti approvati. Il Comune avrebbe dovuto costituirsi  parte civile nel processo penale che si celebrerà nei confronti del conducente anche per manifestare un fattivo segnale di vicinanza alla famiglia coinvolta e l’eventuale somma ricavata a titolo di risarcimento del danno sarebbe stata devoluta in un fondo destinato al sociale” .

“Per il consigliere Gloria Montironi si è persa l’occasione per lavorare sulla prevenzione “ Occorre ragionare preventivamente sul delicato tema dell’integrazione sociale che deve riguardare tutti gli stranieri presenti, a vario titolo, sul territorio di Trecastelli . Avevamo progettato questa commissione con funzione preventiva, perché il problema sussiste e non possiamo sempre muoverci quando il danno è stato procurato. Si doveva lavorare per evitare che si riproponessero certe  spiacevoli situazioni”.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: