Dovevano restare in quarantena nella struttura di accoglienza, trovati alla stazione di Senigallia

Dovevano restare in quarantena nella struttura di accoglienza, trovati alla stazione di Senigallia

Bloccati dai carabinieri due giovani iracheni che si erano allontanati da Ostra Vetere. Intensificati dai militari i controlli nel weekend: identificati anche venditori e parcheggiatori abusivi

SENIGALLIA – Sta per concludersi l’ultimo fine settimana di agosto e i Carabinieri della Compagnia di Senigallia continuano ad essere presenti e a svolgere mirati servizi di controllo in tutti i luoghi caratterizzati da maggiore affluenza di persone. L’esito delle attività svolte nel weekend consiste in due denunce a piede libero, due sanzioni Covid, una segnalazione di assuntore di droga e tre sanzioni per attività di parcheggiatore e venditore abusivo.

Massima attenzione è stata destinata agli orari in cui si registrano i principali picchi di presenze, ovvero il sabato sera e la notte di domenica. Dalle ore 18 di ieri alle ore 6 di questa mattina sono state impiegate nel territorio di Senigallia 6 pattuglie con 12 militari, che hanno vigilato nel centro storico e su tutto il lungomare, procedendo alla identificazione di 100 persone e al controllo di 56 autovetture.

Nella serata di sabato i militari si sono recati anche nei pressi della Stazione ferroviaria, dove hanno controllato le persone che stavano raggiungendo la spiaggia di velluto per trascorrere la serata.

Tra di loro hanno trovato due cittadini iracheni, rispettivamente di 30 e 22 anni, che erano giunti due giorni fa presso la struttura di accoglienza di Ostra Vetere ed erano stati collocati in quarantena precauzionale anti Covid, tuttavia avevano violato l’obbligo di rimanere all’interno della struttura e si erano allontananti, raggiungendo Senigallia. I responsabili della struttura avevano subito dato l’allarme, segnalando il fatto alle forze di polizia.

Il puntuale controllo dei militari ha consentito di intercettarli tempestivamente e sanzionarli con la multa di 400 euro prevista dalle norme nazionali anti Covid. Il personale della struttura di Ostra Vetere ha poi provveduto a ricondurli all’interno dell’edificio dove sono ospitati per proseguire l’isolamento fiduciario.

Nel corso della nottata i militari hanno effettuato un controllo in uno dei giardini pubblici sito nel centro di Senigallia, dove hanno individuato due giovani. Uno di loro, un 29enne residente nel Lazio, è stato trovato in possesso di una dose di hashish. E’ stato quindi segnalato alla Prefettura di Roma come assuntore di sostanze stupefacenti e la droga è stata sottoposta a sequestro amministrativo.

Sempre nella fascia notturna i carabinieri hanno svolto numerosi controlli alla circolazione stradale, sulle principali direttrici di ingresso ed uscita dal centro di Senigallia. Durante i controlli è stata identificata una giovane del posto, classe ’74, che procedeva in modo irregolare a bordo della propria Nissan Micra. La donna è stata sottoposta a test con etilometro, che ha dato esito positivo, facendo rilevare un tasso alcolemico pari a 1,31 g/l. Nei suoi confronti è scattata la denuncia per guida in stato di ebbrezza, le è stata ritirata la patente di guida e il veicolo è stato affidato ad una persona idonea alla guida.

Nella mattinata odierna sono continuati i controlli nel territorio senigalliese, principalmente finalizzati al contrasto delle varie forme di abusivismo. E’ stato identificato un venditore abusivo, controllato in piazza Simoncelli mentre esercitava senza autorizzazione l’attività di vendita ambulante. L’uomo, un 55enne originario del Senegal, è stato sanzionato con una multa da 5000 euro e gli è stata sequestrata la merce, che consiste in 49 pezzi tra ombrelli, accendini e capi di abbigliamento. In seguito i militari hanno identificato un parcheggiatore abusivo, controllato nell’area di sosta vicina a via Leopardi. Anche nei suoi confronti è scattata la sanzione amministrativa, per un valore di 700 euro.

I carabinieri hanno poi verificato che l’uomo è stato espulso dal territorio nazionale con provvedimento notificatogli lo scorso mese di febbraio ma mai eseguito. Per questo motivo la hanno denunciato alla Procura di Ancona e dovrà recarsi in Questura per verificare la propria posizione, in quanto irregolare. Giovedì scorso era stato identificato dai militari un altro parcheggiatore abusivo, originario del Senegal ma residente a Mondolfo, controllato nell’area di sosta dell’ex pesa pubblica.

Da accertamenti eseguiti era emerso che l’uomo era già stato sanzionato per la stessa violazione nel mese di dicembre del 2019, con provvedimento divenuto definitivo. Per questo motivo era stato denunciato alla Procura di Ancona per il reato previsto dall’ art. 7 del codice della strada, per aver esercitato senza autorizzazione l’attività di parcheggiatore.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: