Consegnati a Berardi, Audisio e Romagnoli i premi alla carriera del GioMarche

Consegnati a Berardi, Audisio e Romagnoli i premi alla carriera del GioMarche

SENIGALLIA – Nel corso di una bella cerimonia il GioMarche ha consegnato anche quest’anno i premi alla carriera. Nell’occasione sono state anche assegnate due targhe alla memoria.

La premiazione, nel rispetto nelle norme previste in questo particolare momento, si è svolta nella sala convegni dell’Hotel City.

Presentata da Mauro Pierfederici, con il coordinamento del presidente di GioMarche, Riccardo Montesi, hanno ricevuto, nel corso della cerimonia, il premio alla carriera, Rossana Berardi, Emanuela Audisio ed i fratelli Maurizio e Giuliano Romagnoli. Due targhe alla memoria sono state poi assegnate in ricordo di Sesto Pierfederici ed Ettore Vitelli.

Queste le motivazioni, così come ricordate, sia dal presidente di GioMarche, cavalier Riccardo Montesi, sia da Mauro Pierfederici.

Rossana Berardi

Direttore della Clinica Oncologica dell’Università Politecnica delle Marche (Azienda Ospedaliera Università Ospedali riuniti di Ancona). Professore ordinario di Oncologia e coordinatore del nucleo per gli studi clinici. Esperto tecnico e scientifico presso la Commissione Europea.

Emanuela Audisio

Laureata in scienze politiche nel 1976. Lavora come giornalista e inviato speciale di Repubblica. Ha ricevuto importanti riconoscimenti per il suo impegno e alta professionalità. Inoltre ha realizzato e firmato decine di documentari. Senigallia è stata e resta la sua città preferita.

Maurizio e Giuliano Romagnoli.

Hanno fondato la Techpol Srl che diventa partner e fondatore diretto dei player globali delle automotive. Oggi la Techpol Srl esporta il 90% del suo fatturato in 40 Paesi con tre stabilimenti a Morro d’Alba, San Marcello e Pilsen, nella Repubblica Ceca.

La governance è condivisa con la seconda generazione: Alessandra, Giovanni e Marco.

Ettore Vitelli

Esperto di elettronica e tecnico della logistica aeroportuale e strategie di marketing per il trasporto aereo. Ha maturato la sua esperienza come tecnico aeronautico assieme a suo fratello in Libia, istruttore dei piloti libici per conto della Siae Marchetti. Il 27/12/1993 il Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro lo ha nominato Cavaliere della Repubblica Italiana. Tornato in Italia, forte della sua esperienza, ha progettato per una piattaforma logistica tra l’aeroporto Marche, porto di Ancona e interporto, in collaborazione con esperti internazionali (Dott. Matteo Bonecchi e Dott.ssa Daniela Paglieli) dell’aviazione civile.

Sesto Pierfederici

Nato ad Ostra Vetere. Esemplare, per onestà e laboriosità, il suo percorso di vita. Dopo diverse esperienze di lavoro e trasferimenti, nel 1969 creò lo scatolificio Box Marche, con sede a Corinaldo, oggi industria leader in Italia nella produzione di alta qualità.

Hanno proceduto alla consegna dei riconoscimenti il presidente di GioMarche Riccardo Montesi, l’assessore regionale Manuela Bora, il professor Fabio Ciceroni, il presidente della Commissione giudicatrice Vincenzo Varagona e l’avvocato Corrado Canafoglia.

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: