Risorse in arrivo dall’Europa: David Sassoli a Senigallia per illustrarle

Risorse in arrivo dall’Europa: David Sassoli a Senigallia per illustrarle

Il presidente del Parlamento europeo – e probabile candidato sindaco a Roma – sarà lunedì pomeriggio in piazza

SENIGALLIA – Lunedì 7 settembre, alle ore 17, in piazza Roma ci sarà David Sassoli, presidente del Parlamento europeo che testimonia con la sua presenza attiva in campagna elettorale il sostegno alla candidatura a presidente della Regione di Maurizio Mangialardi.

L’incontro si svolge a Senigallia anche perché Sassoli, amico della città che ha contribuito ad eleggerlo per il Pd al Parlamento Europeo, sostiene Fabrizio Volpini come candidato sindaco.

Inoltre proprio oggi David Sassoli ha aperto ad una sua candidatura a sindaco di Roma. Il presidente del Parlamento europeo ha infatti rimosso la sua iniziale indisponibilità alla corsa per il Campidoglio, secondo quanto reso noto dall’agenzia Dire, ed ha aperto uno spazio a una sua candidatura. Il pressing condotto da tempo dagli alti vertici del partito nei confronti del presidente del Parlamento europeo ha sortito i primi effetti, anche se non ancora decisivi.

Due, in particolare, sarebbero, sempre secondo l’agenzia Dire, le questioni da risolvere affinché questa apertura dell’esponente dem si trasformi in una definitiva discesa in campo. La prima riguarda il piano interno, cioè la ragionevole garanzia che lui sia il candidato che il Pd unitariamente porterà alle eventuali primarie di coalizione, che dovrebbero svolgersi a febbraio. Insomma, uno scenario diverso rispetto a quanto accaduto nel 2013.

Ma torniamo all’incontro di lunedì, a Senigallia, appuntamento di grande prestigio e di oggettivo peso politico, perché è a tutti noto il ruolo che l’Europa può svolgere per la rinascita del Paese dalla crisi, fortemente accresciuta dall’emergenza Covid 19, e certo per il ruolo che il presidente Sassoli svolge in Europa la sua presenza per tutti è garanzia di attenzione vera ad ottenere il miglior risultato possibile.

Per le Marche e per Senigallia non sarà indifferente poter disporre di risorse concrete e l’arrivo dall’Europa degli ingenti mezzi previsti dal Recovery Found, e ci auguriamo anche dal MES, potrà rappresentare la prima fonte di rinascita e di sviluppo.

Si tratta di poter finalmente avere a disposizione investimenti che potranno far uscire dai cassetti progetti di sviluppo importanti, dando così modo di superare ritardi storici, soprattutto sul fronte delle infrastrutture e della sanità.

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: