Da oggi scavi archeologici in piazza Simoncelli per conoscere meglio la storia di Senigallia

Da oggi scavi archeologici in piazza Simoncelli per conoscere meglio la storia di Senigallia

SENIGALLIA – Inizieranno oggi (lunedì 7 settembre) in piazza Simoncelli, dei rilievi archeologici più approfonditi per verificare la presenza di tracce e resti di eventuali manufatti.

In previsione dei lavori di pavimentazione della piazza. nel mese di marzo era stata eseguita una serie di carotaggi, commissionata dal Comune ad una ditta specializzata, per verificare la presenza di testimonianze archeologiche in profondità. Indagini utili a raccogliere le prime informazioni sulle stratificazioni.

Ma per avere conoscenze più puntuali e sicure sulla natura delle trasformazioni intervenute nel sottosuolo e della presenza di eventuali testimonianze archeologiche, è indispensabile effettuare anche uno scavo su uno spazio di ampiezza ragionevole, che permetta di studiare con più cognizione le tracce e i resti di eventuali manufatti.

In considerazione “della valenza strategica di quest’area, affacciata sull’antico porto fluviale e il contributo di conoscenze che le eventuali scoperte archeologiche potrebbero portare alla conoscenza della storia urbanistica della città, sarebbe quanto mai opportuno e meritorio – scriveva a marzo, subito dopo i primi carotaggi, il professor Virginio Villani, a nome di Italia Nostra – procedere ad un saggio di scavo, come avvenuto già in altri casi, anche recenti, continuando così sulla linea di un progetto pionieristico che va avanti ormai da quasi dieci anni e di cui Senigallia può portare vanto. Tanto più che poche città presentano una storia urbanistica così ricca di eventi e trasformazioni”.

“La pavimentazione della piazza – scriveva sempre il professor Villani – costituisce un’occasione irripetibile per l’indagine archeologica, perché una volta portata a termine l’opera, ogni eventuale indagine diventerà impossibile. Con questa consapevolezza facciamo appello all’Amministrazione comunale perché colga anche questa occasione, utilizzando come sempre la disponibilità e la collaborazione degli archeologi dell’Università bolognese. La ricerca della verità e il perseguimento della conoscenza meritano questo impegno da parte dell’Amministrazione, perché sono conquiste destinate a far parte per sempre del patrimonio culturale della città”.

Ed oggi prendono il via i nuovi scavi archeologici che ci permetteranno di conoscere meglio la storia della città.

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: