Una donna ubriaca denunciata dalla Polizia per resistenza a pubblico ufficiale

Una donna ubriaca denunciata dalla Polizia per resistenza a pubblico ufficiale

Gli agenti del Commissariato di Senigallia hanno anche deferito un ventenne di Jesi per oltraggio

SENIGALLIA – Prosegue intensa l’attività del personale del Commissariato di Polizia di Senigallia impegnato in diversi interventi ed episodi verificatisi in città anche in orario notturno.

In particolare, un primo intervento è stato effettuato in zona centro storico, in pieno giorno, ove dipendenti di un esercizio commerciale lamentavano la presenza di una donna che infastidiva i clienti e non ottemperava alle misure anti-covid, non indossando la prevista mascherina.

Gli agenti giungevano sul posto, individuando la donna segnalata, la quale manifestava  i sintomi dell’ebbrezza alcolica. Bloccata la donna, veniva identificata, risultando essere  una 50enne nata all’estero, da tempo residente a Senigallia, la quale, nonostante l’invito a evitare di infastidire i passanti, si scagliava contro gli agenti ma anche contro una dipendente dell’esercizio, colpevole di aver fatto intervenire la Polizia. Nonostante i diversi tentativi, la donna non placava la propria ira ed anzi tentava lo scontro fisico.

La donna veniva quindi denunciata per resistenza a pubblico ufficiale e sanzionata, sia per lo stato di ubriachezza, sia per le violazioni in materia di contrasto della diffusione del covid. Si rendeva altresì necessario l’intervento del 118.

Nel corso dei costanti controlli svolti dal personale del Commissariato nella zona del lungomare Dante Alighieri ove, durante questa estate, sono stati segnalati diversi episodi di liti o danneggiamenti – ed in relazione ai quali sono stati assicurati numerosi servizi di controllo da parte degli agenti di Polizia -, il personale del Commissariato si imbatteva in un gruppo di giovani uno dei quali, al passaggio del veicolo di servizio, profferiva epiteti offensivi a carico degli agenti.

Il giovane, però, non aveva considerato la circostanza che, poco distante da lui, si trovava un poliziotto del Commissariato di Senigallia, libero dal servizio, il quale notava la scena e individuava in modo non equivoco l’autore delle offese. Quest’ultimo veniva immediatamente bloccato ed identificato, risultando essere un ventenne jesino (P.L), il quale veniva deferito all’autorità giudiziaria per il reato di oltraggio a pubblico ufficiale.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: