“Riapertura delle scuole dopo le elezioni, l’Amministrazione Mangialardi nella più totale disorganizzazione”

“Riapertura delle scuole dopo le elezioni, l’Amministrazione Mangialardi nella più totale disorganizzazione”

Il coordinamento comunale di Fratelli d’Italia: “Situazione paradossale e surreale. Per quanto accaduto non ci sono giustificazioni plausibili”

SENIGALLIA – “Ancora una volta – si legge in una nota diffusa dal coordinamento comunale di Senigallia di Fratelli d’Italia – l’Amministrazione in carica, quella di Mangialardi, fa pagare ai genitori degli alunni delle scuole la totale disorganizzazione, leggerezza e superficialità.

“Questa mattina le scuole avrebbero dovuto riaprire, dopo la pausa di qualche giorno a causa dell’utilizzo delle aule come seggi elettorali. Avrebbero dovuto riaprire dopo una puntuale sanificazione e rispristino della funzionalità quotidiana, ma questo non è purtroppo avvenuto, provocando forti preoccupazioni nelle mamme e nei papà che avevano portato i loro figli davanti ai cancelli degli edifici scolastici. Genitori preoccupati, a cui è stato comunicato che i loro figli non avrebbero potuto fruire di aule e lezioni perché il Comune non ha fatto la dovuta sanificazione degli spazi dedicati alla didattica.

“Incredibile! Davanti alle scuole di Senigallia, questa mattina, è poi accaduto di tutto. Genitori, che non sapevano cosa fare, altrettanto gli insegnanti, i dirigenti scolastici nella confusione più assoluta, alcuni studenti, che entravano ed altri, che rimanevano fuori.

“Una totale disorganizzazione da parte dell’Amministrazione Mangialardi. Figuriamoci cosa potrà accadere il 4 e 5 ottobre, in cui si voterà per il ballottaggio: scuole nuovamente chiuse e, probabilmente, medesima criticità. Tra l’altro, il Governo ha stanziato delle risorse per permettere ai Comuni di dedicare altri spazi pubblici per allestire i seggi elettorali. Molti Comuni hanno approfittato di questa opportunità, Senigallia chiaramente no.

“Si potevano usare i circoli ricreativi, il palazzetto dello sport, le palestre, alcune sale comunali (sala del Trono, Palazzetto Baviera, San Rocco, la Chiesa dei Cancelli, la Rotonda); insomma, le soluzioni c’erano, ma nessuno si è prodigato di individuarle, lasciando, come sempre, il problema irrisolto e la criticità aperta. Tantissime, infine, le telefonate dei genitori, giustamente arrabbiati e basiti, che questa mattina ci hanno chiamati per segnalarci la vicenda. Genitori pronti a denunciare alla Procura della Repubblica quanto è accaduto.

“Fratelli d’Italia si domanda come mai operazioni di questo genere non siano state programmate con serietà e competenza. Inaccettabile il disservizio di questa mattina, perché di disservizio si tratta, e non di un “limitato disagio” come ha scritto nella nota stampa il Comune. Eppure, l’Amministrazione Mangialardi non può dire che si è trovata di fronte ad una emergenza, considerando che le elezioni fossero programmate da tempo. Ovviamente, aspettiamo una spiegazione lucida e motivata, ma anche le scuse per quanto è successo questa mattina, nel rispetto delle tante famiglie, degli studenti e degli operatori scolastici, che questa mattina – conclude Fratelli d’Italia – si sono trovati di fronte ad una situazione paradossale e surreale”.

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: