Il reparto di Ostetricia e Ginecologia tra le eccellenze dell’Ospedale di Senigallia

Il reparto di Ostetricia e Ginecologia tra le eccellenze dell’Ospedale di Senigallia

SENIGALLIA – Il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale di Senigallia è l’unico ad avere un nuovo primario. Per questo importante incarico è stato designato il dottor Mario Massacesi (nella foto), figura di primo piano della struttura sanitaria senigalliese.

Nel reparto, che consta di due sezioni (Ostetrica e Ginecologia), oltre all’assistenza ospedaliera è presente una qualificata attività ambulatoriale, sia ostetrica che ginecologica.

Per quanto riguarda l’attività ostetrica sono attivi i servizi di: ecografia del I trimestre, ecografia morfologica, ecografia dell’accrescimento. E’ inoltre presente un servizio di screening e diagnostica prenatale, in grado di effettuare il bi-test, la translucenza nucale e l’amniocentesi. Inoltre ci sono un ambulatorio di Patologia ostetrica, in grado di gestire anche gravidanze ad alto rischio ed un ambulatorio della gravidanza a termine.

Per quanto riguarda l’attività ginecologica sono invece attivi i servizi di: ecografia ginecologica, anche per la valutazione delle neoformazioni ovariche, per la diagnosi del tumore ovarico, secondo l’attuale metodologia Iota, di colposcopia per lo screening e la diagnosi dei tumori del collo dell’utero. Inoltre sono presenti servizi di isteroscopia diagnostica e chirurgica ambulatoriale, indirizzata allo studio della patologia uterina endocavitaria, con particolare riguardo ai tumori dell’endometrio; oltre ad uroginecologia ed urodinamica per lo studio della patologia organica e funzionale del pavimento pelvico.

Prossimamente sono anche previste un’attività ambulatoriale specifica per la “Ginecologia dell’adolescenza”, in collaborazione con l’Unità operativa di Pediatria, ed un’attività ambulatoriale per l’Oncologia Ginecologica per pazienti oncologiche.

Il numero di parti nell’Unità operativa è da sempre costantemente superiore ai 600 l’anno. Nel 2018 l’UOC senigalliese ha implementato il numero di nascite, mentre l’anno scorso c’è stato un calo “fisiologico” intendendo con tale termine una diminuzione percentuale, sovrapponibile a quella nazionale, non scendendo però sotto i 600 nati.

Quest’anno – al 16 settembre -, sono 448 le nascite, in lieve incremento rispetto allo stesso periodo del 2019.

Nel medesimo periodo è stata anche registrata una costante diminuzione del ricorso al taglio cesareo che, al 31 agosto, è stato utilizzato in media nel 24,4% dei casi.

Tale riduzione, che è un indice di qualità di assistenza alla nascita, si è potuta verificare, rivalutando le scelte strategiche, in rapporto ad alcune condizioni, quali ad esempio l’induzione del travaglio nella gravidanza, necessitante di tale pratica

La collaborazione, con altri reparti e servizi della struttura ospedaliera senigalliese, è una costante per l’Unità operativa di Ostetricia e Ginecologia, per quanto riguarda la gestione della paziente ostetrica, soprattutto per quelle pazienti che afferiscono all’ambulatorio di patologia ostetrica per problemi di diabete, ipertensione o per altre patologie per le quali è fondamentale una valutazione polispecialistica che è stata soprattutto implementata con l’Unità operativa di Diabetologia e delle malattie del ricambio (con la dottoressa Manfrini), con la Cardiologia (dottor Mariani e collaboratori), con la Medicina (dottor Morbidoni e collaboratori).

Più spesso la collaborazione è polispecialistica e, soprattutto nelle pazienti gino-oncologiche, coinvolge l’internista, l’Oncologia (dottor Marcellini e collaboratori), la Chirurgia (dottor Albanese e collaboratori), con i quali si discute collegialmente i casi, prima dell’eventuale terapia chirurgica.

Ma la maggior collaborazione c’è, ovviamente, con l’Unità operativa di Pediatria (dottoressa Angeletti). Collaborazione fondamentale, soprattutto durante il periodo acuto della pandemia, quando si è dovuto costruire percorsi, non solo assistenziali, ma anche “fisici” ed “architettonici” per le mamme, tanto che è stato perfino coniato il termine, seppur improprio di “piccolo dipartimento materno infantile”, risolvendo anche casi di particolare importanza e difficoltà, non solo medica, ma anche organizzativa.

A tal proposito va ricordato un caso, del quale si è, a suo tempo, molto parlato, verificatosi in pieno lockdown, quando è stato risolto un problema di distacco di placenta in gravidanza gemellare alla 32^ settimana. Ed i gemellini sono in buona salute, grazie non solo alle capacità diagnostiche e chirurgiche dell’equipe diretta dal dottor Mario Massacesi, ma anche alle capacità dei rianimatori e dell’equipe neonatologica, con la quale ormai si lavora in continua simbiosi.

Il lockdown è stato un periodo che ha messo a dura prova tutta la sanità (regionale, nazionale e mondiale) e, nel contempo, a Senigallia, ha consentito di creare un ambiente di grande collaborazione, sia all’interno, sia al di fuori di Ostetricia e Ginecologia, anche per gestire situazioni particolari.

In tale periodo ci sono anche state 97 nascite con l’apprezzamento, da parte di tutti, per la qualità del lavoro svolto.

Due parole, infine, per il nuovo primario, Mario Massacesi. Si è laureato in Medicina e Chirurgia, nel 1986, all’Università di Bologna; nel 1990 ha ottenuto la specializzazione in Ginecologia e Ostetricia, presso la Scuola di Specializzazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma. Nel 1995 ha conseguito l’European Certificate of Excellence in Gyncology and Obstetrics, indetto dall’European Boards of Gynaecology and Obstetrics (EBGO); nel 2018 il Master Universitario di II livello in Chirurgia multidisciplinare del pavimento pelvico all’Università di Pisa; nel 2019 ha poi partecipato al Corso di perfezionamento in management delle professioni sanitarie a rete all’Università Politecnica delle Marche.

Come volontario il dottor Mario Massacesi ha anche svolto attività clinico-chirurgica ostetrico-ginecologica e di chirurgia generale presso l’Ospedale “C. Benati” a Zumbahua, in Ecuador e all’Ospedale “Ste Therese de Gitega Songa”, a Gitega, nel Burundi.

Mario Massacesi è anche autore di 82 lavori scientifici pubblicati su riviste specializzate.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: