Paolo Molinelli: “A Olivetti e al centrodestra chiedo discontinuità”

Paolo Molinelli: “A Olivetti e al centrodestra chiedo discontinuità”

di PAOLO MOLINELLI*

SENIGALLIA – Fino a domenica 27 settembre ci sarà tempo per ufficializzare eventuali apparentamenti in vista del ballottaggio del 4 e 5 ottobre prossimi fra il candidato del centrodestra Massimo Olivetti e quello della sinistra Fabrizio Volpini.

Con ‘Noi Cittadini’ e ‘Senigallia Bene Comune’, le due Liste Civiche che mi sostengono, sono interessato, come ho sempre detto, a dare un effettivo cambiamento a Senigallia, nella previsione, confermata dai risultati elettorali, che la proposta politica del centrodestra non sarebbe bastata, e non basterà da sola neppure al ballottaggio, ad intercettare tutta la voglia di cambiamento che si riscontra in Città.

Al centrodestra chiedo allora un impegno inequivocabile di discontinuità nel solco delle nostre linee programmatiche: la progressiva riduzione delle esternalizzazioni in tema di lavori pubblici quale unica modalità per rendere la manutenzione comunale finalmente efficiente; il rilancio del turismo, del porto e dei lungomare; la sicurezza e la completa rivisitazione della viabilità; la reale riduzione della TARI per arrestare la fuga delle aziende in altri comuni anche circostanti ove la tassazione è decisamente inferiore.

Per dare concretezza a tutto ciò servono amministratori nuovi, credibili, fedeli ai valori della Democrazia e della Costituzione Repubblicana, antifascisti ed avversi a qualsiasi altro estremismo, persone autorevoli e non riconducibili ad alcun interesse economico precostituito: una “Squadra di Governo” di alto profilo e con elevate competenze che il candidato Sindaco Massimo Olivetti dovrebbe a mio parere annunciare quanto prima.

Se il centrodestra locale rimarrà invece concentrato sugli equilibri di coalizione lascerà Senigallia alla sinistra, una sinistra che rifugge il confronto sulle problematiche che i Cittadini vivono e che sta già impostando tutta la campagna elettorale fino al ballottaggio solamente su pretestuose questioni ideologiche, palesando una evidente assenza di contenuti e di progettualità: se sarà governata così Senigallia continuerà inesorabilmente il suo declino.

Un percorso comune si potrà costruire, in queste ore, unicamente su tali presupposti, non certo per ragionare di qualche incarico, e sosterrò Massimo Olivetti se avrà la forza ed il coraggio di percorrere questa strada.

*Già candidato sindaco – Senigallia

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: