Campanile: “Amo Senigallia auspica un confronto tra Volpini ed Olivetti”

Campanile: “Amo Senigallia auspica un confronto tra Volpini ed Olivetti”

di GENNARO CAMPANILE*
SENIGALLIA – Lasciare libertà di voto, come ha fatto “Amo Senigallia” non vuol dire che l’esito del ballottaggio ci lasci indifferenti. Amo Senigallia è stata (ed è) un punto di sintesi nella nostra comunità tra sensibilità differenti, non ideologiche ma portatrici di idealità e voglia di rinnovamento, fortemente interessate al benessere dei senigalliesi.
Su molti argomenti “Amo Senigallia” ha pubblicato news programmatiche che sono state poi ritrovate nelle dichiarazioni di altri candidati Sindaci. Una convergenza che ci ha fatto piacere e che denota che sulle problematiche non c’è destra e sinistra ma soluzioni.
E’ per questo che auspichiamo che tra i due contendenti ci siano occasioni pubbliche di confronto da oggi al momento del voto. Sulla scheda troveremo scritti i nomi di Volpini ed Olivetti, una scelta secca. Un bel confronto, magari all’americana, con i conduttori che creano gli stimoli necessari per un contraddittorio che ci faccia capire, a noi cittadini intendo, chi ha le risposte più convincenti.

D’altra parte i tre confronti che ci sono stati hanno registrato tutti un profondo interesse della cittadinanza, che ha partecipato attivamente di persona oppure attraverso i media.
Senza la dispersione che inevitabilmente si ha con sette candidati, i tempi contingentati, la mancanza di contraddittorio, i cittadini avrebbero una possibilità di fugare i propri dubbi se indecisi, o trovare conferma delle proprie scelte.
Altrimenti si scade, e già se ne ravvisano i primi bagliori, nella contrapposizione ideologica, così tanto rassicurante per non porsi interrogativi, che non prevede confronto ma solo certezze incrollabili anche se fuori dal tempo e dal contesto.

Del confronto e dell’ascolto “Amo Senigallia” ha fatto una bandiera per tutto l’arco della campagna elettorale. Anzi, sono stati alla base della stessa nascita e per questo invita chi ha organizzato i primi confronti a farlo nuovamente, nell’interesse della cittadinanza. Ed invita Volpini ed Olivetti ad accettare anche perché dopo le votazioni ci sarà una maggioranza ed una minoranza e non parti in guerra. Solo il confronto permette il rispetto che è fondamentale in una comunità.
*Fondatore di Amo Senigallia

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: