Carlo Ciccioli (Fratelli d’Italia): “A Senigallia ha vinto la voglia di ribellione”

Carlo Ciccioli (Fratelli d’Italia): “A Senigallia ha vinto la voglia di ribellione”

di CARLO CICCIOLI*

ANCONA – Sulla vittoria del centro destra a Senigallia, più che un commento politico farò una valutazione psichiatrica. Gli elettori si sono voluti ribellare ad una tirannia che incombeva ormai da troppi anni sulla città. Hanno punito i persecutori, sconfiggendoli malgrado la loro rete di potere, clientelismo e penetrazione.

La classe dirigente della sinistra, Pci, Pds, Ds, Pd, che nel corso degli anni si era autoriprodotta e sostanzialmente cooptata sempre da se stessa, era divenuta per i senigalliesi una sorta di potere tirannico a cui tutti, di destra e di sinistra, dovevano inchinarsi.

Alla fine il troppo ha creato esasperazione, aldilà delle difficoltà stesse che pur il centro destra di Senigallia ha sempre avuto. Il demerito degli amministratori susseguitisi ha prevalso su qualsiasi altra valutazione. Ora Fratelli d’Italia e tutti gli altri gruppi della coalizione devono dare il meglio alla città.

Aggiungo che oggettivamente Olivetti ha mostrato competenza, generosità, saggezza e si è messo davvero in sintonia con i cittadini.

*Consigliere regionale Fratelli d’Italia

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: