Rinviato a martedì 1 dicembre il processo per la tragica alluvione di Senigallia

Rinviato a martedì 1 dicembre il processo per la tragica alluvione di Senigallia

Tra gli otto imputati ci sono anche gli ex sindaci Maurizio Mangialardi e Luana Angeloni

ANCONA – Come era previsto è stato subito rinviato il processo per l’alluvione di Senigallia del 3 maggio 2014. La decisione è stata presa in quanto si è verificato un difetto di notifica agli imputati, in seguito al cambio del collegio giudicante.

Uno dei giudici ha infatti chiesto di essere sostituito in quanto, avendo subito danni dall’alluvione, si trova tra le parti offese. Il nuovo collegio è così composto dalla presidente Edi Ragaglia e dai giudici Corrado Ascoli e Antonella Passalacqua. La prossima udienza è stata fissata per martedì 1 dicembre.

Il rinvio a giudizio era stato deciso l’11 dicembre dello scorso anno dal Gup Francesca De Palma. Tra gli otto imputati ci sono anche due ex sindaci di Senigallia, Maurizio Mangialardi, attualmente consigliere regionale, e Luana Angeloni.

Ricordiamo che le accuse sono di omicidio colposo plurimo, inondazione, lesioni, abuso di ufficio, omissione di atti d’ufficio e falso ideologico.

Secondo l’accusa il Comune di Senigallia non fu pronto, in quel drammatico 3 maggio 2014, a fronteggiare l’alluvione che causò tre vittime e danni per quasi 180 milioni di euro.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: