Le “Campane degli aviatori” della chiesa del Ciarnin

Le “Campane degli aviatori” della chiesa del Ciarnin

Sabato inaugurazione di un’epigrafe e presentazione di una pubblicazione sulla loro storia

di MAURO PETRUCCI

SENIGALLIA – Sabato 17 ottobre sarà una giornata molto importante per la comunità del Ciarnin e per il gruppo degli “Aviatori senigalliesi”.  Finalmente. e proprio nell’anno del Giubileo lauretano, si  riconosce definitivamente che le campane della Chiesa San Pio X del Ciarnin, dedicate all’inizio degli anni ‘60 alla Madonna di Loreto, Patrona del volo,  sono state volute e realizzate dai nostri predecessori del gruppo “Aviatori Senigalliesi”, a cura dei quali  sarà apposta un’epigrafe sulle mura esterne della chiesa.

La storia di queste campane è strettamente legata alla famiglia di Italo Rossini, detto “Ciarnin”, che fu uno straordinario pilota, Tigre 15, della pattuglia acrobatica delle Tigri Bianche del 1956 e che abitava proprio lì, vicino a queste campane che, come scrisse nel suo diario il parroco della chiesa, Don Romolo Farinelli, <<spandevano il dolce suono>>.

Queste campane sono davvero un unicum in Italia. Come ci è stato comunicato dall’Ordinario militare Mons. Giorgio Nencini «… non risulta esserci notizia alcuna di qualche altra località dove siano custodite Campane dedicate “al volo”». Quindi davvero una bella esclusiva per Senigallia!

Un ringraziamento particolare va al Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Generale S.A. Alberto Rosso, con le cui parole si apre la nostra pubblicazione dal titolo “Le Campane degli Aviatori – Una storia singolare di campane uniche con un capitolo sulla Cappella degli Aviatori nella Chiesa dell’Immacolata in Senigallia”,  che sarà offerta gratuitamente agli intervenuti insieme alla cartolina celebrativa dell’evento.

La storia di queste campane è stato lo spunto del progetto editoriale e di un apposito disegno d’autore: il campanile con le campane degli aviatori, l’elicottero militare che ricorda anche il trasporto della lampada votiva offerta dall’Aeronautica Militare e sullo sfondo, quasi a giocare tra cielo e mare, il volo lieve di Italo Rossini con il suo F-84G. La stampa d’arte sarà disponibile in tiratura limitata e con copie firmate dall’autore, il senigalliese d’adozione Francesco Magnanelli.

È stata inoltre coniata una pregiata medaglia commemorativa da 50 mm.

Il programma, con la partecipazione di una delegazione in rappresentanza dell’Aeronautica Militare, prevede alle ore 10.30 la deposizione di una corona d’alloro e l’accensione della lampada perpetua nella Cappella degli Aviatori (Chiesa dell’Immacolata); a seguire, alle 11.30 presso la Chiesa del Ciarnin, i saluti di rito, la presentazione della pubblicazione “Le Campane degli Aviatori”, l’inaugurazione dell’epigrafe bronzea a memoria delle “Campane degli Aviatori” e la benedizione solenne.

Sarà allora che, come oltre mezzo secolo fa venne scritto nel bronzo della campana, ricorderemo, con il coro che intona “Madonna nera”, tutti gli “aeronauti” che da sempre testimoniano la loro grande devozione alla Vergine lauretana.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: