Intensificati in tutta la città i servizi di controllo per cercare di bloccare i contagi

Intensificati in tutta la città i servizi di controllo per cercare di bloccare i contagi

Su disposizione della Questura, nel fine settimana, numerose pattuglie hanno tenuto sotto stretta osservazione strade, piazze ed esercizi commerciali di Senigallia. Elevate alcune sanzioni

SENIGALLIA – In relazione alle necessità finalizzate ad assicurare il rispetto delle prescrizioni per evitare forme di contagio del Covid 19, la Questura di Ancona ha messo in campo un importante servizio che ha visto la partecipazione di numerosi equipaggi della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia locale.

Le attività di controllo sono state svolte durante l’intero fine settimana e sono state rafforzate nei pomeriggi di sabato e domenica, allorché il numero di presenze nel centro cittadino si incrementa notevolmente.

Detti servizi di controllo venivano estesi su tutto il territorio comunale, con particolare riferimento alle aree ed ai luoghi normalmente frequentati dalla cittadinanza,  come piazze,  giardini e le vie del centro storico.

Nel corso dei controlli, gli agenti procedevano anche alla identificazione di numerose persone. Inoltre i controlli venivano estesi anche agli esercizi commerciali, al fine di accertare, tra l’altro, il rispetto del distanziamento, l’uso dei dispositivi e l’osservanza degli orari di chiusura.

Nel corso del servizio sono emersi anche alcuni comportamenti irregolari. In particolare, al Foro Annonario veniva notato un gruppo di giovani. Gli agenti intervenivano poiché uno di essi era privo della mascherina, non mantenendo la prevista distanza. Gli agenti, dopo aver proceduto ad identificare le persone contestavano la sanzione prevista di 400 euro.

Nel corso della sera, superate le ore 22, gli agenti nel corso di un posto di controllo, intimavano l’alt ad un veicolo, a bordo del quale venivano trovati tre giovani, i quali giustificavano la loro presenza per un presunto stato di bisogno di uno di essi. Gli agenti verificano l’inattendibilità della motivazione addotta e procedevano a contestare ai tre la sanzione per il mancato rispetto del divieto di uscire oltre le ore 22.

Tali controlli svolti dalle forze di polizia, nell’ambito di una articolata cornice di servizi predisposta dal Questore di Ancona, sono stati  preceduti da una costante attività di sensibilizzazione ed interlocuzione, specie con gli esercenti commerciali e si pongono l’obiettivo di assicurare un generalizzato rispetto delle norme precauzionali imposte e dirette a ridurre i pericoli della diffusione del contagio nella comunità locale.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: