Divertimento e sicurezza, in un docufilm il ricordo della tragedia di Corinaldo

Divertimento e sicurezza, in un docufilm il ricordo della tragedia di Corinaldo

SENIGALLIA – Divertimento e sicurezza. A due anni dalla tragedia nella discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo, sono i ragazzi a rivendicare due loro diritti imprescindibili, per fare in modo che tragedie simili non si verifichino più.

Le testimonianze di questi ragazzi sono presenti nel docufilm: “Parlare nel silenzio, nascita di un manifesto”. Un progetto che affida ai giovani il ricordo delle sei vittime. E sono sempre i ragazzi ad indicare come è nato e si è sviluppato il patto di corresponsabilità fra gestori di locali ed i giovani che li frequentano.

La realizzazione del docufilm è l’ultima iniziativa del Cogeu, il comitato unitario di genitori – aperto anche ai ragazzi – che si è organizzato a Senigallia dopo la tragedia. Docufilm che sarà pubblicato domani, martedì, a due anni dalla tragedia, sul sito del Comitato, su youtube e sui social.

La notte tra il 7 e l’8 dicembre di due anni fa, alla Lanterna Azzurra di Corinaldo, persero la vita Asia Nasoni, 14 anni, di Marotta; Daniele Pongetti, 16 anni, di Senigallia; Benedetta Vitali, 15 anni, di Fano; Mattia Orlandi, 15 anni, di Frontone; Emma Fabini, 14 anni, di Senigallia; Eleonora Girolimini, 39 anni, di Senigallia.

E tanti altri ragazzi rimasero feriti, alcuni in maniera grave.

“Uniti nel ricordo” è il titolo dell’iniziativa in programma domani, martedì 8 dicembre, alle 18,30 in contemporanea a Senigallia, Fano, Marotta e Frontone.

A Senigallia l’iniziativa, promossa dal Comitato Genitori Unitario, si terrà nel Palazzo comunale. Il sindaco si ritroverà assieme ad alcuni ragazzi ed ai parenti delle vittime: dopo un breve saluto istituzionale, i ragazzi leggeranno il vademecum del Co.Ge.U per il divertimento sicuro, e parenti ed amici di Emma, Daniele ed Eleonora – le vittime senigalliesi – potranno portare una testimonianza.

Martedì mattina, sempre nel rispetto delle normative anti-Covid19, si terrà alle ore 11.45 in Duomo la celebrazione della Santa Messa.

A Fano l’iniziativa lanciata dalla stessa Co.ge.u (Associazione “Comitato Genitori Unitario”) verrà aperta dal sindaco Massimo Seri per poi lasciare la parola a genitori e amici che si uniranno nel ricordo dei propri cari.

QUI SOTTO un video:

 

 

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: