In programma sabato a Senigallia la seconda asta di fotografia

In programma sabato a Senigallia la seconda asta di fotografia

SENIGALLIA – La città di Senigallia, sabato 12 dicembre, avrà l’onore di ospitare la seconda asta di fotografia (la prima fu il 7 dicembre 2019).

Sarà presentata una collezione di opere fotografiche di grande qualità e rarità ad un pubblico internazionale. Si tratta di 145 lotti che andranno sotto il martello di Sonia Natale, perita romana e banditore per l’occasione. Opere consegnate in fiducia con vincolo di destinazione da collezionisti privati e famiglie d’artisti a Serge Plantureux (CONSIGNED IT).

Serge Plantureux, dopo aver lanciato la Biennale di fotografia a Senigallia (Maggio 2019) dedicata ai primi 150 anni del mezzo, ha creato una casa d’aste – istituto di formazione specializzata: CONSIGNED IT.

La seconda vendita in programma sarà il 12 dicembre nella sede dell’Atelier 41, in via Fratelli Bandiera 41.

Non a caso l’evento avverrà proprio a Senigallia, città storicamente fertile per lo scambio e l’innovazione riguardo l’arte fotografica: con le pubblicazioni  di Giuseppe Cavalli, e l’innovazione nel lavoro di Mario Giacomelli. La grande storia della fotografia si è fermata a scrivere uno dei suoi capitoli in questa nostra città, nominata nel 2018 come “città della fotografia”.

La vocazione di CONSIGNED IT è di contribuire alla valutazione e valorizzazione del patrimonio fotografico civico di Senigallia, e di promuovere le collezioni private e lo studio della storia della fotografia nelle scuole.

I compratori non pagheranno le commissioni dell’acquirente, ma il 20% sarà a beneficio della comunità. Contribuirà all’arricchimento delle collezioni fotografiche di Senigallia e per la creazione del Premio La Muta dedicato alla fotografia e alla sua ricerca storica.

Un modello economico che rinnova un gesto antico: “Riunire una collezione personale è sempre stato il fondamento per la costituzione di un patrimonio collettivo.

Con sede in via Maierini 19, CONSIGNED IT orchestrerà le sue vendite al termine della settimana dell’esposizione all’Atelier 41.

La vendita di Consigned riunisce 145 lotti, dagli inizi della fotografia, ai giorni di Giacomelli, offrendo molte indicazioni sulle possibili direzioni delle collezioni future. Quest’ano il premio Nobel di economia è andato a due professori che hanno studiato i diversi tipi di asta. Il meccanismo dell’asta di Senigallia è di tipo ascendente, o Inglese, cioè vince il prezzo massimo offerto nella sala, al telefono, sotto busta o online.

Drouot Live permetterà agli acquirenti di partecipare all’asta online, pur non essendo a Senigallia.

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: