L’arretramento della ferrovia: quale posizione ha il sindaco di Senigallia?

L’arretramento della ferrovia: quale posizione ha il sindaco di Senigallia?

Il capogruppo del Pd, Dario Romano, ha presentato una dettagliata interrogazione per conoscere le intenzioni dell’Amministrazione

SENIGALLIA – Anche a Senigallia è ormai tempo di affrontare la questione dell’arretramento della linea ferroviaria.

A sollecitare la questione è Dario Romano (nella foto), capogruppo del Partito democratico, con una interrogazione presentata al sindaco di Senigallia ed al presidente del Consiglio comunale.

“Premesso – scrive Dario Romano – che il dibattito sulla questione relativa all’arretramento della linea ferroviaria adriatica va avanti da anni;

“premesso che il 26/11/2019 il Consiglio Comunale di Senigallia ha votato, a maggioranza, una mozione proposta dai consiglieri Sardella, Urbinati, Santarelli e Angeletti riguardante l’arretramento della linea ferroviaria adriatica e il tema delle opere di risanamento acustico (c.d. barriere antirumore)

“premesso che con la mozione si impegnavano il Sindaco e la Giunta, tra le altre cose, a “attivarsi assieme agli altri Comuni della fascia costiera da Pesaro ad Ancona per sollecitare gli enti sovraordinati, Regione, Governo, all’adozione di un progetto di arretramento della ferrovia così come già da tempo elaborato dalla Provincia di Ancona e a reperire i necessari finanziamenti implementando sull’attuale tracciato una metropolitana di superficie”

“premesso che, con il Recovery Plan, ci sono più di 200 miliardi di euro di risorse disponibili per lo sviluppo e l’ammodernamento infrastrutturale e strategico del Paese;

“remesso che il Ministero dei Trasporti ha inserito tra le priorità il potenziamento della tratta adriatica ferroviaria

“Tutto ciò premesso si interroga il Sindaco per sapere: che posizione ha l’amministrazione sul tema dell’arretramento della ferrovia adriatica e sulle barriere antirumore? – È intenzione di questa amministrazione prendere parte ai tavoli istituzionali con gli altri Comuni, la Regione, l’ANCI e il Governo per chiedere in maniera sinergica l’arretramento della ferrovia? Si richiede risposta orale nel prossimo Consiglio comunale”.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: