A Montemarciano si accende il Natale tra alberi addobbati e luminarie nelle frazioni

A Montemarciano si accende il Natale tra alberi addobbati e luminarie nelle frazioni

MONTEMARCIANO – Questo che sta per arrivare sembra essere un Natale un po’ spento, tra le limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria (e dal buon senso) e l’annullamento di tutti quegli eventi che da anni caratterizzano il periodo come il concerto della Banda musicale “G. Greganti” e la Corale “San Cassiano”, la Maratona della Solidarietà dell’Istituto Comprensivo MontemarcianoMarina e il Presepe Vivente.

Sarà un Natale domestico, purtroppo per molti senza la vicinanza delle persone care. E proprio per riaccendere un po’ di speranza e dare un senso di vicinanza alla comunità, che in tutto il paese e nelle frazioni stanno spuntando i segni del Natale: dalle luminarie con la scritta “Auguri” agli alberi addobbati nelle principali piazze, grazie all’impegno di cittadini e associazioni.

«L’emergenza sanitaria in atto e i recenti decreti ci raccontano una storia diversa da quella che siamo abituati a vivere – fanno sapere dall’Amministrazione comunale – dove il tempo che avremo a disposizione non potrà essere trascorso con le persone a cui vogliamo bene. Non ci saranno le nostre classiche iniziative, ma non avremmo potuto però rinunciare alle tradizionali luminarie natalizie che la sera del 7 dicembre si sono accese nel Centro storico e nelle principali vie di Marina. Oltre alle luminarie, anche quest’anno, abbiamo voluto abbellire Piazza Vittorio Veneto e Piazza del Vecchio Acquedotto con gli alberi di Natale addobbati per l’occasione con degli oggetti fatti a mano dai docenti e alunni dell’Istituto Comprensivo Montemarciano-Marina, dallo staff e dagli ospiti della Residenza Protetta, dal gruppo Scout d’Europa Fse, dal gruppo del Presepe Vivente e dai cittadini».

Addobbi hand-made, originali, coloratissimi e dei più diversi materiali ma che esprimono meglio di qualsiasi altro, il senso dell’attaccamento della comunità, dai più giovani ai più anziani, al territorio. Quest’anno, in particolare, anche chi vive nelle frazioni potrà sentire un po’ di più il calore del Natale: in ognuna di esse è stata installata una luminaria di auguri come segno di vicinanza a tutti i cittadini e le cittadine del nostro territorio.

«Le festività natalizie sono per eccellenza il periodo in cui il dono è usanza diffusa e sentita. Piccoli gesti che fanno grande la nostra comunità».

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: