Prima Bello, adesso Pizzi: a Senigallia divampa lo scontro sui politici, latita quello sui problemi (tanti)

Prima Bello, adesso Pizzi: a Senigallia divampa lo scontro sui politici, latita quello sui problemi (tanti)

di ELPIDIO STORTINI

SENIGALLIA – Mentre un anno drammatico sta volgendo al termine ci permettiamo una breve considerazione su ciò che – politicamente – sta accadendo a Senigallia.

Oggi un po’ tutti, soprattutto esponenti politici e partiti, si sono scagliati contro l’avvocato Riccardo Pizzi (nella foto), assessore alla Pubblica istruzione e vice sindaco della nuova Amministrazione comunale della città.

L’accusa a Pizzi è quella di aver condiviso “parola per parola” un post sul coronavirus, apparso su Facebook. Post – e lo diciamo con molta chiarezza -, di cui noi non condividiamo proprio niente.

Detto questo passiamo ad alcuni brevi – e personalissimi – appunti.

Da quasi tre mesi a Senigallia c’è una nuova Amministrazione. Ma nessuno – a livello politico – si è mai preso la briga di verificare ciò che sta facendo. Per carità, tre mesi sono pochi per un giudizio. Soprattutto definitivo. Ma l’avvio non ci appare dei migliori.

Il centro storico di Senigallia è da mesi penalizzato dalla presenza di un cantiere – quello del Ponte 2 Giugno – che doveva essere chiuso o, quantomeno, ridotto, già a metà dicembre, come più volte annunciato. Ma nessuno si è mai mosso, a livello politico, per trasformare promesse ed assicurazioni in fatti concreti.

Ed a proposito di centro storico occorre anche rilevare – come se non bastasse quanto già avvenuto negli ultimi anni – che stanno chiudendo altre attività. Ma neppure di questo, sempre a livello politico, si parla.

E nessuno tra i nostri politici – come se si volesse nascondere la realtà – prende in considerazione i dati della disoccupazione – non solo giovanile – che a Senigallia fanno ormai rabbrividire.

Eppure  nonostante i tanti problemi (ne abbiamo indicati solo alcuni, ma si potrebbe continuare…) che andrebbero affrontati – subito – magari con il contributo di tutti (maggioranza ed opposizione) il dibattito politico viene ormai unicamente incentrato sulle frasi o sui gesti, più o meno appropriati, di chi, a Senigallia, ha scelto di fare politica.

Oggi le frecce sono tutte puntate contro Riccardo Pizzi – che, a parer nostro, dovrebbe scusarsi per la svista commessa – mentre poco meno di tre mesi fa, le stesse frecce erano state scagliate, con altrettanta veemenza, contro un altro esponente dell’attuale maggioranza, Massimo Bello. Storie vecchie e storie nuove. Sviste vecchie e sviste nuove. Polemiche vecchie e… polemiche nuove.

Tutto questo mentre i problemi della città restano in attesa di soluzioni. Possibilmente adeguate. Con la politica che si perde nel chiacchiericcio e nel non fare. Speriamo che, con il nuovo anno, qualcosa possa cambiare. Buon 2021 a tutti.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: