Covid, l’opposizione porta il “caso Pizzi” in Consiglio comunale

Covid, l’opposizione porta il “caso Pizzi” in Consiglio comunale

SENIGALLIA – Era inevitabile. La mancanza di scuse da parte dell’interessato e, soprattutto, la flebile reazione del sindaco, hanno portato il “caso Pizzi” all’attenzione del Consiglio comunale.

I consiglieri di opposizione Margherita Angeletti (consigliera Pd), Lorenzo Beccaceci (capogruppo Vivi Senigallia), Chantal Bomprezzi (consigliera Pd), Ludovica Giuliani (consigliera Pd), Stefania Pagani (capogruppo Vola Senigallia), Enrico Pergolesi (capogruppo Diritti al Futuro), Rodolfo Piazzai (consigliere Pd) e Dario Romano (capogruppo Pd) hanno infatti presentato un Ordine del giorno, seppure all’acqua di rose, sulle dichiarazioni del vicesindaco e assessore alla cultura in merito al Covid-19. Ordine del giorno finito questa mattina sul tavolo del presidente del Consiglio comunale.

“Premesso che – vi si legge -, alla data del 04/01/2021, i casi di Covid-19 in Italia sono stati 2,17 milioni; premesso che l’Italia ha una delle incidenze, per milione di abitanti, tra le più alte al mondo; premesso che, alla data del 04/01/2021, i decessi in Italia sono stati più di 75.000; premesso che, nella Regione Marche, alla data del 04/01/2021 si sono registrati 42.000 casi circa con quasi 1.700 decessi; premesso che le istituzioni pubbliche hanno, tra i loro obiettivi, quello di dare il buon esempio in tema di lotta e prevenzione Covid-19 soprattutto a partire tra chi detiene le principali responsabilità pubbliche; premesso che, nelle ultime settimane, da parte di alcuni esponenti dell’Amministrazione comunale sono stati inviati messaggi contradditori sul tema del Covid-19.

“Tutto ciò premesso il Consiglio comunale di Senigallia – rende omaggio alle vittime da Cpvid-19; – ringrazia tutto il personale (sanitario e non) impegnato in prima linea nella battaglia per sconfiggere la pandemia; – condanna la condivisione, da parte del vice sindaco e assessore alla cultura, di messaggi gravi e fuorvianti sul Covid-19 che possono trarre in inganno i cittadini senigalliesi e che nuocciono alla serietà e alla credibilità delle istituzioni pubbliche.

“Sollecita l’Amministrazione a sviluppare una campagna per informare e sensibilizzare la cittadinanza a tenere dei comportamenti atti ad evitare la diffusione del contagio; chiede all’Amministrazione di riferire nel prossimo Consiglio comunale sulle iniziative messe in atto con particolare riferimento alla campagna di vaccinazione”.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: