“Via gli alberi, dentro il bitume”, Diritti al Futuro contesta la scelta di Giunta e Consiglio comunale

“Via gli alberi, dentro il bitume”, Diritti al Futuro contesta la scelta di Giunta e Consiglio comunale

SENIGALLIA – “Il Bosco di Topolino è una piccola oasi verde tra i grigi capannoni (molti dei quali, purtroppo inattivi) della zona artigianale tra Cesanella e Cesano; nasce da un progetto finanziato nel 2008, grazie a Caterpillar e  Walt Disney, ed ha visto la messa in posa di arbusti  di qualità che hanno subitaneamente attecchito ed ha restituito alla città  una zona pulita secondo il protocollo di Kyoto per l’abbattimento dei gas serra”. E’ quanto scrive, questa sera il movimento politico senigalliese Diritti al Futuro.

“Arriviamo ora alla questione – aggiunge il movimento -: la proposta di realizzazione di un parcheggio al posto di un’area verde di proprietà comunale (approvata   dal Consiglio comunale di fine dicembre), in soldoni, un  cambiamento di destinazione, da area di verde pubblico a parcheggio. Per ora solo con ghiaia (ma domani chissà…dato che quando si delibera il cambio di destinazione la colata di cemento è dietro l’angolo!) inoltre il cambiamento di destinazione , porta ad un peggioramento della impermeabilizzazione del terreno.

“L’osservazione, presentata dal consigliere Pergolesi di Diritti Al Futuro (EMENDAMENTO ALLA CONTRODEDUZIONE N. 64 – AREA CESANELLA VIA CIMABUE) è stata rigettata dai consiglieri di maggioranza.

“Per i cittadini residenti nella zona, per coloro che hanno a cuore le tematiche ambientali e per le associazioni a difesa dell’ambiente aggiungiamo altri particolari: detta zona non è di infrastrutture di parcheggio, ma, anzi, la recente crisi economica ha reso i parcheggi esistenti già superiori di gran lunga alle esigenze e   sono già state assecondate molte richieste di cambiamento  di classificazione  e di edificabilità (da artigianale commerciale ad uso abitativo).

“A questo punto ci facciamo cinque domande:

  1. Questo cambiamento di destinazione di un’area di verde pubblico da adibire a parcheggio, è parte di un progetto d’insieme svolto da uno studio specifico di espansione della zona? Ebbene ci venga data notizia di ciò!
  2. La nuova Assessora, Elena Campagnolo che mostra grande sensibilità ai temi dell’Ambiente e del Verde e che ha sostenuto recentemente l’area di Bosco Mio, dove sono stati piantati altri alberi, come mai ha “dimenticato” di intervenire a difesa della realtà di un altro bosco urbano a Cesanella (insomma li piantano da una parte e li tolgono da altre parti dove nessuno li vede)?
  3. L’assessore Cameruccio (delegato all’Urbanistica e Frazioni) ha informato l’assessora all’Ambiente della questione del Bosco Topolino?
  4. Prima di accogliere l’osservazione e farla votare ai consiglieri di maggioranza, è stato chiesto un parere alle associazioni ambientaliste che la nuova amministrazione si vanta tanto di coinvolgere nelle proprie scelte?
  5. Dato che, attualmente, l’area è recintata, ma senza cartelli esposti, quali lavori  sono stati programmati?

“Quindi? Vediamo di non asfaltare legittime domande con i soliti silenzi”, conclude Diritti al Futuro.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: