Nuovo allarme a Corinaldo: altri rigonfiamenti sulle mura / FOTO

Nuovo allarme a Corinaldo: altri rigonfiamenti sulle mura / FOTO

Ulteriori problemi si stanno evidenziando a meno di dieci metri dal luogo dove si è verificato il recente crollo. Spaccature anche in alcune abitazioni e lungo le scale del borgo

CORINALDO – Nuovo allarme a Corinaldo, dove la situazione della cinta muraria preoccupa sempre più chi vive o lavora nel centro storico.

Nella parte esterna delle mura, a neppure dieci metri dal luogo ove si è verificato il cedimento e dove è stata demolita Villa Misurina, è visibile un nuovo rigonfiamento. Un rigonfiamento molto simile a quello notato, nella prima decade di gennaio, che ha poi portato al crollo di una porzione imponente di cinta muraria.

Va inoltre aggiunto che, nella parte interna, nel borgo, sono anche visibili ampie spaccature che corrono sui lati di alcune abitazioni e lungo le scale. Inoltre, in alcuni punti, si sono anche aperte delle fessure verticali, all’altezza delle abitazioni.

Un problema che rischia di esplodere da un momento all’altro. Ed è per questo che non si può perdere altro tempo, anche perché perfino dei professionisti hanno detto chiaramente che è prevedibile lo scivolamento di un’ampia parte del borgo.

“Personalmente – ci ha detto il consigliere comunale Luciano Galeotti, impegnato da anni nel portare avanti la questione –  ritengo che ciò che si sta nuovamente verificando faccia parte di un movimento continuo e complesso.

“Se non si procede con urgenza, quindi subito – ci ha sempre detto Luciano Galeotti – le conseguenze, per il centro storico di Corinaldo, potrebbero risultare drammatiche.

“Purtroppo – ha aggiunto Galeotti – non ho visto un interessamento concreto delle autorità ed il tutto sta “scivolando” via. La situazione è davvero pericolosa. E va affrontata subito. Non solo a parole”.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: