L’opposizione: “Pronta la proposta di revoca del presidente Bello”

L’opposizione: “Pronta la proposta di revoca del presidente Bello”

“Sul Bilancio ha violato ogni regola democratica, Senigallia non merita tutto ciò. Situazione non più tollerabile. Facciamo appello ai consiglieri di maggioranza affinché questo scempio delle istituzioni comunali finisca”

SENIGALLIA – Dai consiglieri di opposizione al Consiglio comunale di Senigallia Margherita Angeletti (Pd), Lorenzo Beccaceci (capogruppo Vivi Senigallia), Chantal Bomprezzi (Pd), Gennaro Campanile (capogruppo Amo Senigallia e presidente Commissione Bilancio), Ludovica Giuliani (Pd), Stefania Pagani (capogruppo Vola Senigallia), Enrico Pergolesi (capogruppo Diritti al Futuro), Rodolfo Piazzai (Pd) e Dario Romano (capogruppo Pd) riceviamo:

“L’ennesima forzatura, l’ennesimo gesto di sfida dopo cinque mesi dall’inizio del mandato. Il presidente Bello (che ama definirsi onorevole in maniera assolutamente impropria) ha deciso che da oggi, oltre a presidente del Consiglio comunale, è anche presidente della Commissione Bilancio. Infatti porta la sua firma la convocazione delle commissioni Bilancio, da svolgersi in soli due giorni (alla faccia del dialogo, dell’ascolto, dell’approfondimento) in presenza in piena zona rossa.

“Il tutto senza nemmeno avere convocato una conferenza capigruppo per preparare, organizzare e definire in maniera condivisa i lavori assieme al presidente di commissione. Il tutto nonostante la richiesta, condivisa dal presidente di commissione e rigettata, di fare le riunioni in videoconferenza, dato il grave momento sanitario in cui versa il Paese e la Provincia di Ancona. Il tutto bypassando e sostituendosi al presidente della commissione Bilancio, unica che è appannaggio dell’opposizione consiliare, la commissione cosiddetta “di controllo”. Una situazione senza precedenti, all’interno del nostro comune e della storia delle nostre istituzioni democraticamente elette. Un modo di comportarsi non democratico, che non aiuta e non favorisce alcun dialogo tra opposizione e maggioranza e serve solo a esasperare i toni, con queste continue provocazioni e forzature.

“Un presidente incapace di saper leggere e interpretare i regolamenti, che continua a provocare le minoranze e che nell’arco di questi 5 mesi ha dato dimostrazione di tutta la sua faziosità politica e della sua parzialità. Lo dimostrano tanti atteggiamenti di questa prima parte di mandato, ma la ciliegina sulla torta è ovviamente questa forzatura sul percorso di Bilancio, che è l’atto sul quale ogni Comune basa le proprie politiche e le proprie scelte.

“La situazione non è più tollerabile e facciamo appello ai consiglieri di maggioranza affinché questo scempio delle istituzioni comunali finisca: Senigallia non può e non deve meritarsi tutto ciò. Valuteremo anche se denunciare agli organi competenti quanto accaduto e il vulnus democratico che si è creato”.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: