A Senigallia doppia seduta del Consiglio comunale: all’esame la manovra finanziaria

A Senigallia doppia seduta del Consiglio comunale: all’esame la manovra finanziaria

SENIGALLIA – Con una nota della Presidenza del Consiglio comunale di Senigallia, il presidente Massimo Bello ha convocato la seduta del Consiglio comunale per giovedì 18 e venerdì 19 marzo. All’esame la manovra finanziaria e di bilancio 2021-2023 della Giunta Olivetti.

La presidenza del Consiglio fa sapere, con una nota alla stampa, che l’iter della sessione bilancio si conclude con la convocazione dei lavori di Aula per giovedì 18 marzo, con eventuale prosecuzione per venerdì 19 marzo, a partire dalle ore 8,30.

Il presidente del Consiglio Massimo Bello ha firmato venerdì pomeriggio, 12 marzo, la lettera di convocazione della seduta del Consiglio, dopo che la sesta Commissione permanente ha dato il via libera, all’unanimità, al passaggio in aula della manovra finanziaria e di bilancio 2021-2023 della Giunta Olivetti.

Tra giovedì 11 e venerdì 12 marzo, le sette Commissioni permanenti hanno esaminato il provvedimento, esprimendo all’unanimità (tranne il voto di astensione del Consigliere Rebecchini) parere favorevole all’approfondimento degli allegati al bilancio. Giovedì e venerdì prossimi sarà il Consiglio Comunale ad approvare definitivamente la proposta economico-finanziaria presentata dalla Giunta Olivetti.

L’iter della sessione bilancio si è aperto il 2 marzo quando la Giunta ha approvato lo schema di bilancio. Trasmesso alla Presidenza del Consiglio, il 4 marzo il Presidente ha inviato il ‘pacchetto della finanziaria locale’ ai Consiglieri. L’Ufficio di Presidenza, il 5 marzo, ha tracciato il coordinamento delle attività delle sette Commissioni permanenti (art. 15 comma 2° lettera g Regolamento del Consiglio e delle Commissioni consiliari), nell’ambito della sessione bilancio (ex art. 20 commi 5° e 6° Statuto, ex art. 30 Regolamento di Contabilità).

Il 9 marzo, come già programmato dal Presidente Bello, si è svolta la seduta della Conferenza dei Capigruppo, per l’organizzazione dei lavori del Consiglio, anch’esso già calendarizzato sin dal 15 febbraio scorso, di cui tutti i Consiglieri erano già a conoscenza. Difatti la Presidenza Bello, dal suo insediamento, è solita pianificare trimestralmente le attività consiliari.

La Conferenza dei Capigruppo ha deciso, a maggioranza, di assegnare a ciascun consigliere, per la discussione generale sulla manovra di bilancio, trenta minuti e per la dichiarazione di voto cinque minuti, raddoppiando così il tempo a disposizione per ogni ogni intervento, e ha stabilito come gli emendamenti alla manovra debbano pervenire alla Presidenza entro le ore 15,00 del 17 marzo, per permettere agli uffici e al collegio dei revisori di esaminarli e di apporvi i pareri di regolarità tecnica e contabile previsti dall’ordinamento.

L’11 e il 12 marzo le Commissioni (convocate dal Presidente Bello e presiedute dal Vice Presidente della sesta Commissione Bilancio Andrea Carletti, nell’ambito della disciplina della sessione bilancio, che la Presidenza del Consiglio ha regolamentato per palesi fattispecie non previste dalle disposizioni regolamentari) hanno esaminato la manovra alla presenza del Sindaco, degli Assessori e dei Tecnici, esprimendo, in sede referente, parere favorevole all’approfondimento della manovra, che il 18 e il 19 marzo approderà in aula.

L’ultima riunione della Commissione Bilancio ha visto anche la presenza del Collegio dei Revisori dei Conti, la cui Presidente, Dott. ssa Maria Luisa Soverchia, ha illustrato ai membri della sesta Commissione il contenuto del parere favorevole espresso dal collegio alla manovra di bilancio, evidenziando come “l’Ente abbia rispettato tutti i termini di legge per l’adozione del bilancio di previsione 2021-2023”.

Ecco l’Agenda dei lavori della riunione del Consiglio di giovedì 18 e venerdì 19 marzo, che vede iscritte all’ordine del giorno sette provvedimenti:

1) Proposta n. 2021/117 recante “Approvazione modifiche al Regolamento per l’istituzione e l’applicazione dell’imposta di soggiorno – anno 2021”;

Relatore: Assessore al Bilancio e Finanze Ilaria Bizzarri

2) Proposta n. 2021/222 recante “Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari, contenente l’elenco dei beni immobili ricadenti nel territorio di competenza, non strumentali all’esercizio delle proprie funzioni istituzionali, suscettibili di valorizzazione ovvero di dismissione, ai sensi dell’art. 58 del D.L. 25/06/2008 n. 112, convertito in Legge 6 agosto 2008 n. 133 e ss.mm.ii. e dell’allegato n. 4/1 al D. Lgs. n. 118/2011. Anno 2021;

Relatore: Assessore al Bilancio e Finanze Ilaria Bizzarri

3) Proposta n. 2021/285 recante “Approvazione modifiche al Regolamento per l’istituzione e la disciplina del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria”;

Relatore: Assessore al Bilancio e Finanze Ilaria Bizzarri

4) Proposta n. 2021/358 “Approvazione Modificazioni al Regolamento comunale per la disciplina della tassa sui rifiuti – TARI”;

Relatore: Assessore al Bilancio e Finanze Ilaria Bizzarri

5) Proposta n. 2021/376 recante “Approvazione del documento unico di programmazione (DUP) 2021/2023”;

Relatore: Assessore al Bilancio e Finanze Ilaria Bizzarri

6) Proposta n. 2021/371 recante “Approvazione del Bilancio di previsione finanziario armonizzato 2021/2023 di cui all’allegato 9 al D.lgs. n. 118/2011”;

Relatore: Assessore al Bilancio e Finanze Ilaria Bizzarri

7) Proposta n. 2021/312 recante “Emergenza meteorologica per neve del 13/02/2021 – riconoscimento del debito fuori bilancio”;

Relatore: Assessore ai Lavori Pubblici Nicola Regine

Con l’apertura, giovedì prossimo, dei lavori dell’Aula – commenta il Presidente Bellosi conclude ufficialmente uno dei momenti più importanti, più delicati e più articolati dell’attività del Consiglio. La sessione bilancio rappresenta la fase, nella quale il confronto istituzionale acquista una rilevanza di qualità e in cui i Consiglieri possono entrare soprattutto nello spirito e nel merito di una proposta, che rappresenta il cuore dell’attività amministrativa. I Consiglieri, tutti, hanno avuto sin dal 4 marzo occasione e modo di approfondire la manovra di bilancio e i suoi allegati, soprattutto nelle Commissioni, avvalendosi degli strumenti che l’ordinamento mette loro a disposizione. Alcuni l’hanno fatto con diligenza, altri hanno scelto invece l’aventino”.

Questa sessione bilancio – conclude il presidente del Consiglio – ha evidenziato palesi lacune e contraddizioni nei regolamenti dell’Ente, soprattutto in quelli del funzionamento del Consiglio e in quello di Contabilità, che non hanno alcuna disciplina precipua e chiara dell’iter di l’approvazione del bilancio di previsione. In questa circostanza, la Presidenza del Consiglio vi ha provveduto attraverso l’utilizzo degli istituti dell’interpretazione sistematica e logica, sulla base dei principi generali dell’ordinamento. E’ chiaro, però, come queste insufficienze regolamentari vadano colmate al più presto con interventi di modifica e di aggiornamento degli strumenti normativi dell’Ente, a cui questa Presidenza sta già lavorando e che presto approderanno nelle Commissioni competenti e in Consiglio”.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: