Opposizione all’attacco: “Giovedì sarà votato in Consiglio un bilancio non trasparente e frettoloso”

Opposizione all’attacco: “Giovedì sarà votato in Consiglio un bilancio non trasparente e frettoloso”

Accuse al presidente Bello e al sindaco Olivetti “grande assente politico che continua a non parlare”

SENIGALLIA – Con Margherita Angeletti (vice presidente del Consiglio comunale e consigliera Pd), Lorenzo Beccaceci (capogruppo Vivi Senigallia), Chantal Bomprezzi (consigliera Pd), Gennaro Campanile (capogruppo Amo Senigallia e presidente VI Commissione), Ludovica Giuliani (consigliera Pd), Stefania Pagani (capogruppo Vola Senigallia), Enrico Pergolesi (capogruppo Diritti al Futuro), Rodolfo Piazzai (consigliere Pd) e Dario Romano (capogruppo Pd) l’opposizione va all’attacco sul bilancio del Comune di Senigallia, ritenuto “non trasparente e frettoloso”.

“Dopo aver letto – si legge in un documento – gli assurdi comunicati politici di Fratelli d’Italia e del presidente Bello, con ricostruzioni quanto mai fantasiose, ci apprestiamo giovedì a vedere votato in Consiglio un bilancio presentato solo 13 giorni fa ai consiglieri comunali.

“Solo pochi giorni – si legge sempre nel documento – per approfondire e votare un bilancio di previsione, fatto gravissimo nella storia di Senigallia.

“Commissioni consiliari convocate dal presidente del Consiglio senza alcun titolo o ruolo per farlo, bypassando il presidente di Commissione e il regolamento del nostro Comune.

“Commissioni convocate in due giorni, in presenza e ignorando la grave situazione sanitaria nella quale versiamo, con elementi di giudizio e valutazione molto superficiali e approssimativi.

“Oltre a tutto ciò, infatti, finora abbiamo chiesto documentazione precisa – come veniva sempre fatto e concesso in passato alle opposizioni – per poter valutare e presentare emendamenti. Il tutto ci è stato consegnato soltanto nel tardo pomeriggio di martedì, dandoci un giorno solo per approfondire la documentazione.

“Evidente oramai che ci sia un problema tra ufficio di presidenza e il resto dell’Ente, ognuno viaggia per conto proprio nella sua visione giurisprudenziale della situazione.

“Il sindaco, grande assente politico – si legge sempre nel documento dei consiglieri di opposizione -, continua a non parlare. Speriamo giovedì gli possa tornare il dono della parola, magari potrà dire anche qualcosa sul percorso istituzionale di questo bilancio. Antidemocratico, poco trasparente e, molto probabilmente, non regolamentare”.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: