“A Corinaldo tutti insieme per cucire la Bandiera della memoria”

“A Corinaldo tutti insieme per cucire la Bandiera della memoria”

Dall’Amministrazione comunale un appello alla comunità per creare un’opera collettiva

CORINALDO – “Sai cucire e vuoi metterti a disposizione per un progetto di comunità? Aiutaci a costruire la “Bandiera della Memoria”.

Il Natale scorso, dopo un anno di pandemia, il Comune di Corinaldo ha deciso di organizzare un’iniziativa speciale: la creazione di un’opera collettiva dal titolo “Legame-Ricostruiamo la vicinanza” ideata dall’artista Davide Rotatori, coordinata dalla Memoteca di Corinaldo e con il contributo dell’azienda Etica di Giuseppe Bacchiocchi.

Un’opera presentata nell’ultimo numero del periodico comunale “InformAttiva Corinaldo”, inviato a tutte le famiglie corinaldesi. Uno speciale numero di Natale dove era stato inserito un piccolo pezzo di stoffa sul quale ogni famiglia avrebbe potuto lasciare un proprio pensiero, disegno o firma in ricordo del periodo vissuto e da riconsegnare poi al Comune di Corinaldo che avrebbe unito ciascun drappo dando vita ad una “Bandiera della Memoria”, in ricordo delle emozioni e pensieri vissuti durante questa pandemia.

Ben 200 famiglie corinaldesi hanno risposto con entusiasmo, creando e consegnando il loro pezzo di stoffa e le loro storie. Ora è arrivato il momento di ricucire i drappi per formare una “Bandiera della Memoria” che verrà esposta nei prossimi mesi in un luogo simbolo corinaldese.

Un appello quindi alla comunità e a coloro che possono mettersi a disposizione per ricucire i pezzi della “Bandiera della memoria”. Chiunque, donne e uomini, che nelle prossime settimane possono dedicare tempo e la loro capacità di cucire per riassemblare questi pezzi di comunità e dare un contributo al progetto. Basterà inviare una mail (info@corinaldo.it) o un messaggio WhatsApp (3383021454) per manifestare la propria disponibilità.

Esiste un popolo che quando ripara un oggetto rotto valorizza la crepa, riempiendo la spaccatura con dell’oro. Esso crede che quando qualcosa ha subìto una ferita ed ha una storia, diventa ancora più bello. Così sarà la Bandiera della Memoria: stati d’animo, emozioni e desideri di un’intera comunità pronti ad essere ricuciti con il filo della speranza e a dare una nuova vita alla comunità corinaldese. I legami ci uniscono anche quando sembra che si debbano spezzare; certi legami sfidano le distanze, il tempo e la logica perché sono destinati a esistere e rimanere nella memoria.

La quantità di pezzi da ricucire verrà individuata e definita sulla base delle disponibilità raccolte.

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: