“A Senigallia la minoranza non danneggi le fasce deboli”

“A Senigallia la minoranza non danneggi le fasce deboli”

Dopo l’approvazione del Bilancio polemica presa di posizione dei consiglieri di Fratelli d’Italia dell’Unione dei Comuni

SENIGALLIA – Dopo l’approvazione, da parte del Comune di Senigallia, del Bilancio, registriamo oggi un intervento del gruppo consiliare di Fratelli d’Italia (Nicola Peverelli – capogruppo -, Marcello Liverani, Davide Da Ros, Massimo Montesi) dell’Unione dei Comuni “Le Terre della Marca Senone”.

“Nell’ultima seduta consiliare il Comune di Senigallia ha approvato il bilancio di previsione.

“Il primo bilancio della Giunta Olivetti, purtroppo in era Covid 19, che delinea l’inizio di un percorso amministrativo che prevede un importante stanziamento in favore dell’Unione dei Comuni, a cui è stata conferita la funzione dei Servizi Sociali, a sostegno delle famiglie e delle fasce deboli alle quali, soprattutto in questo drammatico momento storico, va riconosciuto immediato e fattivo sostegno.  Su tale punto, va tributato un particolare ringraziamento agli assessori al Bilancio Ilaria Bizzarri e alle Politiche Sociali Cinzia Petetta per l’egregio lavoro svolto seppur costellato dalle considerevoli difficoltà legate sia alla crisi epidemiologica sia alla fase di transizione politico-amministrativa.

“Si è giunti all’approvazione del bilancio in un clima affatto costruttivo alimentato da polemiche sulle quali la minoranza si è spinta a valutare denunzie agli organi competenti.

“Sono state sollevate questioni regolamentari finalizzate a rinviare l’approvazione del bilancio, questioni sulla cui infondatezza non può sorgere dubbio alcuno, vuoi perché il Segretario Generale non ha evidenziato violazioni di sorta, vuoi perché il Presidente del Consiglio Comunale Massimo Bello- peraltro primo estensore del regolamento dell’Unione dei Comuni approvato all’unanimità- ne ha garantito il puntuale rispetto.

“Con l’approvazione del bilancio, quindi, potranno prendere il via opere e l’ erogazione di importanti servizi che, limitatamente al sociale,  interesseranno tutti i Comuni che fanno parte dell’Unione dei Comuni “Le Terre della Marca Senone”.

“Chi, sotto qualsiasi profilo, maturasse l’improvvida intenzione di paralizzare l’azione politico- amministrativa dell’amministrazione comunale senigalliese e l’attuazione del bilancio approvato,  se ne dovrà assumere la responsabilità politica, non solo nei confronti della comunità di Senigallia e di tutte quelle famiglie che necessitano di immediato sostegno, ma anche verso i più bisognosi e le fasce più deboli che appartengono alle altre comunità dell’entroterra.”.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: