Nuovi controlli della Polizia a Senigallia: espulso un irregolare, denunciato un campano per possesso di un coltello

Nuovi controlli della Polizia a Senigallia: espulso un irregolare, denunciato un campano per possesso di un coltello

SENIGALLIA – Il personale del Commissariato di P.S. di Senigallia è stato impegnato in attività di controllo intensificate, sia in relazione alle necessità connesse al contrasto della diffusione del covid, sia più in generale per la prevenzione di reati.

Transitando nella zona della Stazione ferroviaria, ieri mattina, gli agenti della Squadra Volante notavano due persone, che si aggiravano per i locali della stazione. Gli operatori, procedevano al controllo dei due soggetti, che risultavano avere a loro carico numerosi precedenti. In particolare, vi era un cittadino di origine marocchina, E.A.N. di 45 anni, che risultava essere irregolare, tant’è che risultava già destinatario di un provvedimento di espulsione.

Nei confronti dell’uomo venivano effettuati ulteriori controlli, che consentivano di confermare il suo stato di irregolarità. Pertanto gli agenti del Commissariato provvedevano a notificare all’uomo l’ordine del Questore di Ancona di lasciare il territorio entro sette giorni.

Nel pomeriggio, poi i poliziotti del Commissariato di Senigallia venivano chiamati ad intervenire ai Giardini Morandi dove veniva segnalata una lite tra più persone con un soggetto che teneva in mano un coltello.

Gli agenti, immediatamente si recavano sul posto. All’arrivo dei poliziotti tre persone si allontanavano facendo perdere le proprie tracce, mentre gli agenti bloccavano un uomo, S.A. di 60 anni, di origini campane, con diversi pregiudizi di polizia.

Questi riferiva di avere avuto una discussione con altre persone, corrispondenti a quelle che si erano già allontanate.

Visto il comportamento dell’uomo, gli agenti si accertavano se detenesse armi od oggetti atti ad offendere e l’uomo mostrava un coltello .

In assenza di valide giustificazioni, il coltello veniva sequestrato e l’uomo veniva deferito all’Autorità giudiziaria per il reato di porto abusivo di armi. Inoltre a carico dell’uomo venivano avviate le procedure per l’emissione del divieto di ritorno nel comune di Senigallia per tre anni.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: