Mangialardi: “Ponte Garibaldi va rifatto, Acquaroli rispetti gli accordi” / FOTO

Mangialardi: “Ponte Garibaldi va rifatto, Acquaroli rispetti gli accordi” / FOTO

L’attuale capogruppo del Pd prende posizione dopo che, come sindaco di Senigallia, aveva raggiunto una precisa intesa con l’ex presidente della Regione, Luca Ceriscioli

ANCONA – “La Regione Marche deve rispettare gli accordi presi tra la precedente Giunta Ceriscioli e il Comune di Senigallia, che oltre ai lavori su ponte 2 giugno, i quali devono essere assolutamente completati, il rafforzamento degli argini e l’escavo del tratto finale del fiume, comprendevano anche la demolizione e il completo rifacimento di ponte Garibaldi, per cui erano stati chiesti i finanziamenti allo Stato. Francamente sarebbe un errore se oggi la Giunta Acquaroli, come sembrerebbe trapelare, decidesse di considerare non prioritaria quest’ultima opera”.

Così Maurizio Mangialardi (nella foto, a sinistra), consigliere regionale del Partito democratico, interviene sulla querelle innescatasi ieri durante i lavori della Commissione consiliare Lavori pubblici del Comune di Senigallia.

“La questione va chiarita immediatamente – afferma Mangialardi – e per questo ho presentato un’interrogazione volta a sapere quante risorse sono state stanziate dalla Giunta regionale per questo intervento straordinario e per conoscere i tempi della sua realizzazione.  Si tratta chiaramente di un tema politico, non amministrativo, e lo voglio ricordare soprattutto al sindaco Olivetti, rimasto  spiazzato da quello che appare un vero e proprio dietrofront da parte della Regione.

“Olivetti ha sostenuto legittimamente Acquaroli nella sua corsa alla presidenza della Regione, ora però faccia valere le ragioni della città. Tutti noi, sappiamo molto bene quanto ponte Garibaldi, la cui competenza della manutenzione ordinaria e straordinaria compete alla Regione Marche – aggiunge Maurizio Mangialardi, capogruppo del Pd in Regione, già apprezzato sindaco di Senigallia per due legislature -, rappresenti un’infrastruttura strategica sia per l’accesso al centro storico, e quindi di vitale importanza per le attività economiche,  sia per quanto concerne il collegamento con l’ospedale cittadino e i quartieri a questo adiacenti. Spero vivamente che la confusione venutasi a creare intorno al progetto sia frutto solo di un equivoco, perché diversamente Senigallia ne uscirebbe pesantemente penalizzata”.

Nelle foto: lo stato attuale del ponte Garibaldi, al centro di Senigallia

 

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: