“Immensa felicità alla Fagnani per l’assegnazione dei nuovi locali”

“Immensa felicità alla Fagnani per l’assegnazione dei nuovi locali”

Le cinque classi trasferite alla Pascoli rientreranno in sede grazie all’interessamento del sindaco

SENIGALLIA – “Con immensa felicità tutta la comunità scolastica della Fagnani – si legge in una nota diffusa dall’Istituto Comprensivo Senigallia Centro Fagnani – ha appreso dell’esito positivo di un lungo e paziente percorso di condivisione e di dialogo intrecciato personalmente dal sindaco Massimo Olivetti al fine di rispondere ad esigenze tutte degne di considerazione e di rispetto: da un lato varie associazioni già assegnatarie dei locali posti al piano terra dell’immobile sede scolastica dell’Istituto comprensivo e legate da un contratto rogato dalla precedente Amministrazione e, dall’altra, il decennale bisogno di spazi della scuola Fagnani, acuitosi proprio nel contesto emergenziale imposto dal Covid che aveva reso necessario il trasferimento di cinque classi nel plesso Pascoli all’inizio dell’anno scolastico.

“Alla mediazione sagace, attenta ed equilibrata del sindaco, fra diversi e apparentemente contrapposti interessi – si legge sempre nel documento -, si deve questo non scontato e storico esito che rappresenta per la Fagnani il coronamento di un sogno inseguito lungamente negli anni ma che, soprattutto oggi, e in una realtà in costante aumento di iscrizioni, costituisce “la risposta” concreta a bisogni urgenti della scuola, indice di una sincera sensibilità per l’educazione che si misura nei fatti.

“Mi piace sottolineare con l’evidenza che merita – spiega la Dirigente scolastica Patrizia Leoni – che questa era l’unica soluzione che potesse consentire il rientro in sede delle cinque classi dislocate alla Pascoli e proprio oggi, in un summit con il Dirigente dell’U.T.C. Ing. Elisa Benvenuto ed il suo validissimo staff, abbiamo concretamente realizzato la possibilità del loro rientro in virtù dell’ampliamento dei locali messi a disposizione dall’Amministrazione, a partire dal prossimo anno scolastico. Si tratta di un grande, quasi insperato, risultato per la scuola, che dà serenità a docenti, studenti e famiglie tutte, pur nello scenario pandemico, frutto della collaborazione e del sostegno di tanti.

“Mi sento di dover, infatti, rimarcare a questo punto l’instancabile operosità dell’ufficio Tecnico comunale ed in particolare l’impegno personale dell’Ing. Benvenuto nel reperire in tempi rapidissimi soluzioni alternative e decorose per le tre associazioni. Doveroso, altresì, è il mio ringraziamento per tutti coloro (oltre 700) che hanno sostenuto la petizione per l’assegnazione dei locali ed, in primis, per il presidente del Consiglio di Istituto Adriana De Bosis che l’ha promossa per dare voce in modo limpido e democratico alle necessità della scuola.

“Infine, sentitamente, la mia gratitudine va alle tre associazioni precedentemente assegnatarie dei locali, perché con grande senso civico hanno deciso di dare spazio alla scuola e ai giovani proprio in un momento in cui ad essi viene chiesto di comprimere in modo non indolore la loro vita sociale e relazionale.

“Un esempio di generosità intergenerazionale che la scuola conta di ricambiare in tutti le occasioni che si presenteranno per onorare la memoria di coloro che hanno costruito con il loro sacrificio o il loro impegno nelle istituzioni la nostra identità.

“Resta, a questo punto, dopo questa dimostrazione di attenzione istituzionale ai più alti livelli, il nostro impegno, più forte di prima, per costruire una scuola sempre al passo con i tempi e con lo “sguardo avanti”, che sappia restituire al territorio in termini di qualità di formazione il tanto sostegno ricevuto e dimostrato».

“Dello stesso avviso la nota del Consiglio dell’Istituto Comprensivo Senigallia Centro, inviata all’Amministrazione comunale: «Desideriamo porgere al Sindaco e all’Amministrazione tutta un sentito ringraziamento per aver preso a cuore la nostra richiesta ed essere riuscita a trovare una sede consona per le Associazioni ospitate, liberando i locali della scuola media Fagnani.

“In un momento così difficile per la comunità scolastica potersi riappropriare di spazi significa garantire agli studenti la possibilità di rientrare nella propria sede dopo il trasferimento dell’anno in corso e nel futuro la possibilità di fruire di spazi laboratoriali essenziali per questa scuola.

“Un caloroso ringraziamento – si legge sempre nel documento diffuso questa sera – a tutte le componenti che hanno dato il loro contributo affinché si giungesse a questo splendido risultato, che, dopo istanze di un decennio, attribuisce alla scuola, riconoscendone il valore e il ruolo, la disponibilità totale degli spazi della sede”.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: