La Civica a Diritti al Futuro: “Basta con le polemiche inutili”

La Civica a Diritti al Futuro: “Basta con le polemiche inutili”

“Sarebbe ora di collaborare per cercare di uscire insieme da questo momento difficile, non di fare politica distruttiva”

SENIGALLIA – Anche la lista La Civica interviene sulla polemica innescata sul nuovo Centro vaccinale di Senigallia:

“Rimaniamo veramente sorpresi dalle dichiarazioni di Diritti al Futuro in merito al luogo scelto per le vaccinazioni a Senigallia.

Ricordiamo a questa forza politica che al nostro Sindaco Massimo Olivetti era stato chiesto dall’Asur di utilizzare il PalaPanzini, per eseguire le vaccinazioni ma a seguito di questa richiesta il mondo dello sport e della scuola si sono ribellati, ed hanno chiesto di trovare una soluzione alternativa.

“Questo per non colpire ancora una volta la crescita culturale e sportiva dei nostri ragazzi, non che un settore che ad oggi è in forte difficoltà per l’emergenza in corso.

“Vogliamo ricordare anche che in Consiglio comunale gli alleati di Diritti al Futuro hanno fatto la stessa, giustissima, richiesta al Sindaco Massimo Olivetti che si è mosso per trovare una soluzione alternativa.

“Si è trovata la soluzione della palestra dei Vigili del fuoco, soluzione che ha ricevuto il consenso di tutti tranne la vostra.

Questa soluzione risolverebbe molteplici criticità di spazi, corsie, logistica e accesso visto che  la zona permette di arrivare in macchina senza problemi e di parcheggiare con molta facilità. Possiamo tranquillamente far vedere ai rappresentanti di Diritti al Futuro come si sta sviluppando il tutto facendogli fare un tour in macchina per verificare.

“Logicamente in macchine separate e con tutte le precauzioni per impedire il contagio da Covid-19, che ricordiamo è il motivo per il quale si devono effettuare vaccinazioni di massa.

“Crediamo che il nostro sindaco Massimo Olivetti abbia dimostrato ancora una volta la capacità di ascoltare e di trovare soluzioni su un problema che affligge l’intera comunità, non soffermandosi su discussioni inutili come cittadinanze onorarie o argomenti similari, soprattutto considerando il momento storico in cui aziende falliscono e molte famiglie sono allo stremo.

“Sarebbe ora di collaborare per cercare di uscire insieme da questo momento grave e difficile non di fare politica distruttiva. Pensateci siamo disponibili per un dialogo costruttivo, vi aspettiamo”.

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: