Anche Vivi Senigallia contro Pizzi: “Inadeguato nel ruolo di vice sindaco”

Anche Vivi Senigallia contro Pizzi: “Inadeguato nel ruolo di vice sindaco”

SENIGALLIA – Anche la lista civica Vivi Senigallia prende posizione nei confronti del vice sindaco Riccardo Pizzi.

“Non è piacevole dover nuovamente riportare, a mezzo stampa, l’ennesimo comportamento fuori luogo del vicesindaco Riccardo Pizzi (nella foto). Siamo stanchi – si legge nel comunicato diffuso oggi da Vivi Senigallia -, non solo come opposizione ma prima di tutto come cittadini, della condotta del sig. Pizzi e delle sue risposte non soddisfacenti che tendono ancora una volta a sviare dal tema centrale che forse il sig. Pizzi non ha ancora compreso: ci sono delle leggi e da cittadino le deve rispettare. E per di più è vicesindaco, pertanto deve essere il primo a dover dare il buon esempio.

“Quando dice che “si trattava degli stessi bambini che fino a pochi minuti prima giocavano insieme nel giardino della scuola. Gli adulti presenti erano tutti con la mascherina e distanziati tra loro e quindi nessun assembramento” dimostra ancora una volta di non aver capito il nocciolo della questione. Ognuno di noi vorrebbe andare a trovare i genitori fuori regione, vorrebbe festeggiare normalmente il compleanno dei propri figli, vorrebbe poter far visita ai nonni serenamente.
Il punto è uno solo: non si può.

“Invece il vicesindaco non solo persevera nel minimizzare un comportamento scorretto (non è il primo, visto che alcuni mesi fa si era fatto fotografare in compagnia senza indossare la mascherina), ma addirittura utilizza il compleanno della figlia per fare la morale come se tutti noi non comprendessimo i tanti problemi che questa pandemia ha provocato ai più giovani.

“Ma ciò che preoccupa è la sua recidività. Già lo scorso dicembre Pizzi si era reso protagonista per aver pubblicato un post su Facebook che aveva fatto molto discutere in quanto definiva il Covid-19 “una influenza che colpisce con una bassissima percentuale anziani e malati”.

“Chiediamo ancora una volta al Sindaco di Senigallia Olivetti di non minimizzare anche lui la questione. Chiediamo un atto di coraggio che possa concretizzarsi col ritiro delle deleghe al vicesindaco. Senigallia non può avere in quel ruolo chi non è in grado di percepire la gravità della situazione e di sacrificarsi al pari se non più dei suoi concittadini.

“Caro Sindaco Olivetti, noi vogliamo giudicare il suo operato, le sue azioni, invece, da troppo tempo, siamo costretti a convivere – conclude la nota di Vivi Senigallia – con i comportamenti inammissibili del suo vice che non fanno altro che danneggiare la credibilità del suo governo”.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: