“L‘Amministrazione Olivetti vicina a cittadini, famiglie e attività economiche, con un’attenzione particolare a chi è in difficoltà”

“L‘Amministrazione Olivetti vicina a cittadini, famiglie e attività economiche, con un’attenzione particolare a chi è in difficoltà”

In un documento diffuso in serata le forze di maggioranza (Fratelli d’Italia, Lega, La Civica, Forza Italia) prendono posizione dopo le polemiche sulla concessione ad alcuni stabilimenti balneari di parte della spiaggia libera e  ribadiscono di essere vicine “alle categorie economiche che lottano con i denti contro gli effetti negativi che la pandemia ha prodotto anche a Senigallia e cercano di tutelare il lavoro”

SENIGALLIA – “La Regione Marche – si legge in un documento diffuso in serata delle forze di maggioranza (Fratelli d’Italia, Lega, La Civica, Forza Italia) – nell’ambito delle misure anti-Covid, ha deliberato la possibilità per gli stabilimenti balneari che abbiano uno od entrambi i lati liberi (cioè non a confine con altre concessioni), di potersi allargare di dodici metri per lato.

“Il Comune di Senigallia, proprio per evitare che ci fosse una forte compressione delle aree destinate alle spiagge libere ha deciso di derogare detta norma ponendo un limite restringente: l’ampliamento a Senigallia è consentito fino ad un massimo di 12 metri, ma purché l’ampliamento stesso non superi il 20% dell’ampiezza della spiaggia libera stessa.

“Questa soluzione se da un lato permette agli stabilimenti di poter beneficiare di un allargamento che in qualche modo possa mitigare il problema creato dal distanziamento degli ombrelloni, dall’altro non comprime il diritto dei cittadini che usufruiscono delle spiagge libere, di poterne godere, dal momento che, come abbiamo detto, la loro compressione è limitata e proporzionale all’ampiezza della spiaggia libera.

“Siamo certi che i componenti del gruppo Diritti al Futuro siano perfettamente a conoscenza del reale portato del provvedimento comunale che hanno omesso di trascrivere nella sua interezza, sappiamo infatti che hanno a disposizione le delibere, per cui crediamo che dovrebbero averle lette.

“Perché dunque omettere la parte essenziale del provvedimento, che va ribadito vale in via del tutto eccezionale per il 2021, e costruire un comunicato su una versione non completa, che inficia il suo contenuto?

“Non crediamo lo abbiano fatto per imperizia o superficialità (il testo del deliberato è chiarissimo). Crediamo che abbiano proprio deciso con consapevolezza di omettere l’esatto contenuto della Delibera, solo per creare ad arte una ulteriore polemica, omettendo appunto di indicare l’esatta grandezza della misura, che certo non comprime il diritto all’utilizzo della spiaggia libera, né tantomeno mette a repentaglio il microsistema dunale e costiero. Anzi va ricordato che l’Amministrazione Olivetti, al fine di salvaguardare l’ambiente e perseguire politiche green, ha potenziato l’ impegno anche economico per il progetto dunale  rispetto alla passata Amministrazione.

“Non ci sorprende questo modus operandi di questo gruppo di minoranza (vi ricordate la loro strumentale  polemica sul punto vaccinale, oggi da tutti lodato?), certo che non condividiamo questo modo di far politica, né il tentativo di piegare il racconto degli eventi fino a stravolgere il loro reale accadere.

“Aspettiamo con trepidazione il prossimo comunicato in cui codesti signori criticheranno l’attuale Giunta per aver compromesso le piazze e le vie, dove è stata concessa la facoltà agli operatori economici di porre i loro dehors, accusandola di limitare la libera circolazione dei cittadini!

“La verità è ben diversa da quella raccontata dai compagni: questa amministrazione è vicina alle categorie economiche che lottano con i denti contro gli effetti negativi economici che questa pandemia ha prodotto e cerca di tutelare il lavoro di chi lavora nel settore privato e mai come ora ha forti incertezze sul proprio futuro, per questo ha assunto tutte le decisioni possibili, concesse nel pieno rispetto delle leggi vigenti e soprattutto senza particolari limitazioni gli altri cittadini.

“Riteniamo sia ora di ragionare del presente e del futuro di Senigallia e sperare che altrettanto faccia chi siede nei banchi dell’attuale opposizione – si legge a conclusione del documento diffuso in serata delle forze di maggioranza (Fratelli d’Italia, Lega, La Civica, Forza Italia) -, perché non debbano poi  cambiare nome da diritti al futuro a diritti al passato”.

PER SAPERNE DI PIU’

Diritti al futuro: “Privatizzazione della spiaggia libera, una scelta che penalizza i senigalliesi”

 

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: