Condensata in tre splendide mostre la storia della fotografia a Senigallia

Condensata in tre splendide mostre la storia della fotografia a Senigallia

SENIGALLIA –  Ancora per pochi giorni tre mostre che raccontano in maniera unica e originale la storia della fotografia nella nostra città. Al Palazzetto Baviera, fino al 2 giugno, è allestita la mostra “Le realtà del Sogno: il Gruppo Misa da Cavalli a Giacomelli” realizzata in collaborazione con gli Archivi Mario Giacomelli, che presenta una selezione di opere dalla Collezione Civica di Senigallia interamente dedicata al rapporto tra Mario Giacomelli e il Gruppo Misa.

Questa mostra completa idealmente “Il Realismo Magico di Mario Giacomelli” curata da Katiuscia Biondi in cui sono esposte in modo permanente alcune delle opere che il maestro ha donato per la raccolta civica di Senigallia.

Le sale espositive del Palazzo del Duca ospitano invece, ancora fino al 20 giugno, la mostra “Diverse Solitudini”, progetto curato da Angela Madesani in cui vengono messe a confronto le opere fotografiche di Emanuele e Giuseppe Cavalli, l’uno pittore della Scuola Romana e fotografo dilettante, l’altro interamente dedicato alla teoria e alla pratica della fotografia e grande ispiratore degli inizi della tradizione senigalliese.

A partire dal 1 giugno, in osservanza del decreto attualmente in vigore, il Palazzo del Duca e Palazzetto Baviera saranno aperti dal martedì alla domenica dalle 17 alle 22.30, mentre a partire da martedì 8 giugno le mostre chiuderanno alle ore 23.

A partire da questo fine settimana al bookshop è anche disponibile il catalogo pubblicato in occasione della mostra.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: