Linda Rossi e Giuseppe Bramante protagonisti a Senigallia nell’ultima giornata dei campionati italiani di pattinaggio

Linda Rossi e Giuseppe Bramante protagonisti a Senigallia nell’ultima giornata dei campionati italiani di pattinaggio

Alla Polisportiva Bellusco il titolo a squadre. Da mercoledì tutta la carovana degli Italian Roller Games si trasferisce a Riccione per le gare su strada

SENIGALLIA – Si chiude questa splendida edizione dei Campionati Italiani Pattinaggio Corsa su pista di Senigallia con una giornata scintillante che ha assegnato gli ultimi dodici titoli nazionali più i due del Trofeo Skate Italia riservato alla categoria dei Ragazzi12.

Protagonisti di oggi una ritrovata Linda Rossi che si candida ad un ruolo di primissimo piano ai prossimi europei portoghesi ed ai previsti mondiali  colombiani, Giuseppe Bramante conferma azzurra e padrone della 1000 metri, e la società Polisportiva Bellusco, che vince davanti a Rolling Bosica e Mens Sana il titolo a squadre, tornato ad essere assegnato dopo lo stop del 2020 causa Covid19.

Prime finali nel pomeriggio e si parte a … mille con la classica gara sui 1000 metri Sprint, durissima perché non è né velocità e né resistenza o, meglio, è sia velocità che resistenza. Cinque giri di pista, a tutta, da correre in 100 secondi, quasi in apnea. Una grandissima e concentratissima Giulia Presti (Roller Civitanova) dominatrice della categoria Allievi vince, facendo un tris di tricolori, mentre tra i maschi è Ardit Mullai (Redblack R. Team CR) a vincere il titolo. Tra gli Junior si va a prendere un secondo oro qui a Senigallia Ilaria Carrer della Polisportiva Casier, mentre è l’atleta della Polisportiva Bellusco Andrea Cremaschi a salire sul gradino più alto del podio. Nella gara Senior femmine si ripete il duello tra Asja Varani (Rolling Bosica) e Linda Rossi (Torollski Center), questa volta a parti invertite con l’atleta di casa che parte ad un giro e mezzo dalla fine e lascia dietro di se l’atleta teramana e Veronica Luciani (GS Scaltenigo). Decisa al fotofinish la gara maschile con i primi tre staccati da solo due decimi, con il vincitore Giuseppe Bramante che brucia sulla riga di arrivo il compagno di squadra della Mens Sana Duccio Marsili e Iuliano Maoloni della Rolling Bosica.

Nel giro crono ad atleti contrapposti riservato agli sprinter delle categorie più giovani conquistano il tricolore Ragazzi Sofia Paola Chiumento della Mens Sana di Siena e Francesco Marchetti della Debby Roller Team Roma, mentre ai Ragazzi12 Aurora Aiello della Cardano Skating e ad Andrea Gabriele Alessiani della Rolling Bosica, alla sua  seconda vittoria, va il Trofeo Skate Italia.

Consueta chiusura con le classiche e spettacolari gare Americane sulla distanza dei 3.000 metri. Tra le Allieve il titolo va Matilde Biondi, Chiara Cognigni e Stella Micucci della Rolling Bosica, mentre tra i maschi è il team della Polisportiva Bellusco a salire sul gradino più alto del podio con Emanuele Balini, Riccardo Ceola e Davide Tagliente. E’ ancora la Polisportiva Bellusco ad imporsi tra le Junior/Senior con Alessia Lorini, Sofia Saronni ed Angela Tiberto, davanti alla Polisportiva Casier (Beggiato, Camarin e Carrer) ed alla Pattinatori Savonesi. Infine si chiudono i campionati con la vittoria, per ampio distacco, del quartetto della Mens Sana composto da Giuseppe Bramante, Gabriele Cannoni, Duccio Marsili e Filippo Scotto, seconda e terza le due squadre della Polisportiva Bellusco schierate, rispettivamente, con Marco Bedon, Andrea Cremaschi, Mattia Gianuario e Riccardo Bossi, Riccardo Lorello, Fabio Quadarella.

Il commissario tecnico Massimiliano Presti così commenta a fine evento: “Dopo tanto tempo di fermo finalmente un campionato vero. Ho notato nelle varie categorie che abbiamo un certo divario tra i primi e gli altri, dobbiamo cercare di colmare certi gap in modo da avere gare più competitive, altrimenti quando andremo all’estero avremo difficoltà anche con chi vince in Italia, dobbiamo alzare il livello medio. E’ chiaro che i leader li abbiamo ma non basta per vincere all’estero dove il livello è veramente alto in molte nazioni. Questi due anni di fermo ci hanno un po’ penalizzato speriamo di continuare e ricominciare dal basso quel lavoro che è stato svolto negli anni passati e che ha portato tanto frutti. Per chiudere penso che il campionato sia stato un po’ nervoso e c’è stata molta tensione bisognerebbe abbassare i toni ed essere più rispettosi dentro e fuori.”

Domani un giorno di break per permettere a tutta la carovana degli Italian Roller Games di spostarsi di qualche chilometro per raggiungere Riccione, dove da giovedì a domenica si terranno i Campionati italiani Corsa -+su strada e maratona.

Segui tutti i live degli Italian Roller Games in diretta streaming sulla FisrTv e leggi tutti i risultati e le informazioni qui sul sito IRG  http://www.italianrollergames.it/

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: