Campanile: “Il futuro della Fondazione Città di Senigallia si tinge di giallo”

Campanile: “Il futuro della Fondazione Città di Senigallia si tinge di giallo”

di GENNARO CAMPANILE*

SENIGALLIA – E’ forse per la vicinanza con le serate estive del Festival Ventimilarighesottoimari che le dimissioni dei consiglieri della Fondazione Città di Senigallia sembrano tingersi di giallo man mano che la matassa di srotola.

La lettera di dimissioni del presidente Canafoglia è meno di 30 parole. Quella dei consiglieri (Bernacchia, Boccolini, Castelli, Vecchioni) è di circa 120. In entrambe non sono contenute motivazioni.
Il comunicato di conferma delle dimissioni dei consiglieri dimissionari (a seguito delle indiscrezioni trapelate sulla stampa) supera le 700. Il comunicato di Canafoglia (e Bernacchia, Vecchioni, Boccolini ma non Castelli) del 10/09/21 arriva a 600. Il giorno 20/09 dovrebbe arrivare la relazione, sicuramente di qualche migliaia di parole considerando che la prima relazione presentata in Consiglio ne conteneva quattromila.

E’ in questi numeri e nella sequenza degli avvenimenti la sintesi di quanto avvenuto. Amo Senigallia ribadisce la convinzione che la sequenza corretta sarebbe dovuta essere opposta: relazione, dimissioni, comunicato di 20 parole, discussione in Consiglio Comunale. Il percorso sarebbe stato meno teatrale ma più rispettoso dell’Istituzione Consiglio Comunale e, soprattutto, non si sarebbe perso tempo e non ci sarebbe stato spazio per illazioni.

A rafforzare la suspence che si è creata intorno alla Fondazione in attesa della fatidica data del 20 settembre sono ancora una volta i Consiglieri dimissionari che hanno sottoscritto il comunicato del 10/09/21. Recita testualmente il testo: “a chi ancora non lo avesse capito che le nostre dimissioni rappresentano una volontà di mettere un punto fermo di distanza tra la nostra gestione rispetto a problemi seri che abbiamo acclarato e che potrebbero portare a responsabilità di varia natura…”.

Più “giallo” di così… Come potrebbe il Consiglio targato cdx, eletto pochi mesi fa, farsi carico di responsabilità acclarate (che, per logica, dovrebbero riguardare il passato) appare un mistero intrigante che apre però anche ad un quesito. Perché mai un nuovo Consiglio di Amministrazione non dovrebbe sbattere contro le stesse responsabilità?

*Consigliere comunale Amo Senigallia

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Un pensiero su “Campanile: “Il futuro della Fondazione Città di Senigallia si tinge di giallo”

  • 14 Settembre 2021 in 8:16
    Permalink

    il campanile SOGNAVA d’essere il sindaco RIGENERATORE di Senigallia; la “TROMBATURA” lo lascia dolorante e smarrito, come l’ingrato ex-compagnuccio-ricciolone mangial.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: