Mercoledì Senigallia ospita la 49^ tappa del Giro d’Italia solidale “Piú giri piú vivi”

Mercoledì Senigallia ospita la 49^ tappa del Giro d’Italia solidale “Piú giri piú vivi”

SENIGALLIA – Arriva a Senigallia, mercoledì 15 settembre, la 49^ tappa del Giro d’Italia Solidale “Più Giri Più Vivi”.

Questa particolare iniziativa è partita il 27 luglio scorso da Avigliana (TO) e in 50 tappe toccherà tutto lo stivale e per concludersi il 20 settembre a Cervia.

Senigallia ospiterà la 49^ tappa organizzata da Aspasso Bike, che sostiene il giro mettendo a disposizione le sue speciali biciclette le quali permettono il ciclismo anche a persone con disabilità psico-motorie.

Il giro è promosso e organizzato dall’ Associazione “Più Sport Più Emozioni” e ha come obiettivo quello di coinvolgere le persone disabili e più fragili in speciali allenamenti di Triathlon in cui atleti agonisti condividono con i loro “motivatori” le fasi di riscaldamento e/o defaticamento dei loro allenamenti nelle tre discipline di nuoto, bici e corsa.

Si tratta di un’ambiziosa iniziativa sportiva, che utilizza il metodo solidale PLUS 100% Triathlon sia come forma d’integrazione sociale sia come valido metodo di preparazione sportiva, anche agonistica, quella portata avanti da Mauro Cennerazzo e Sara Rubatto; lui triatleta che nell’ultima tappa a Cervia il 18 settembre parteciperà alla Ironman Italy 2021, lei triatleta, cardiopatica arriverà a Cervia dopo aver pedalato per 5000 chilometri lungo tutto lo stivale.

La manifestazione, che ha il patrocinio del Comune di Senigallia, il quale ha anche ottenuto il prezioso riconoscimento della Bandiera Lilla come città accessibile e che quindi conferma una particolare attenzione verso i più fragili, prenderà il via alle ore 17,00 con la presentazione delle attività e tutti potranno poi praticare le tre tradizionali discipline del triathlon (nuoto, bici e corsa) declinate però in modalità solidale e con l’aiuto di particolari ausili tra cui le biciclette speciali della senigalliese AspassoBike. Il divertimento e l’emozione sono assicurati per tutti, persone speciali, familiari e atleti che grazie al lavoro in coppia con i loro motivatori potranno sperimentare il vero doping emotivo!

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: