Parte da Senigallia una campagna di sensibilizzazione all’uso dell’acqua nei contenitori di tetra pak

Parte da Senigallia una campagna di sensibilizzazione all’uso dell’acqua nei contenitori di tetra pak

SENIGALLIA – Stracqua è l’acqua in brick dell’Associazione Stracomunitari che nasce per promuovere l’uso dell’acqua in contenitori eco-sostenibili in Tetra Pak e per lanciare nuove pratiche di economia circolare.

L’ Associazione Stracomunitari è nata formalmente a Senigallia nel 2016, ed una delle sue attività è quella d’impegnarsi nella distribuzione alle numerose famiglie bisognose del territorio di generi di prima necessità come frutta, verdura, pane, pasta, bibite, in convenzione con Banco Alimentare.

L’attenzione dell’Associazione Stracomunitari è focalizzata sulla riduzione degli sprechi, anche attraverso il recupero di generi alimentari ancora buoni che altrimenti andrebbero al macero; per questo la sua attenzione si è centrata ultimamente su una questione ambientale di enorme importanza: la plastica monouso, di cui è composta la stragrande maggioranza delle bottiglie d’acqua cosiddette da ‘passeggio’.

L’Associazione Stracomunitari vuole quindi promuovere e diffondere l’abitudine ad utilizzare contenitori di cartone per l’acqua di piccola dimensione.

Nelle varie ricerche tra i potenziali fornitori di Acqua in Brick in Italia è emersa l’ACQUAINBRICK di Marradi, sulle colline tosco-romagnole. Nasce nel 2019, come startup innovativa, con l’obiettivo di definire nuovi canoni del consumo consapevole per l’acqua “on-the-go” (detta anche acqua da passeggio da 500ml) e quello di chiudere il cerchio del riciclo nella logica di economia circolare, elaborando il progetto di un nuovo materiale derivante dallo scarto del contenitore di carta esausto. Un’Azienda quindi che produce contenitori di carta, basandosi sulla volontà di innescare una svolta culturale sostenibile, eco-friendly ed innovativa nel mercato dell’acqua in bottiglia, cambiando le abitudini di bere acqua, sostituendo il contenitore classico in plastica fossile con un involucro decisamente più sostenibile come il brick di cartone.

Il nome scelto per l’acqua in brik è STRACQUAper trasmettere attraverso il suo utilizzo i valori che essa promuove.

Collegata alla ‘pratica’ è stata lanciata una campagna sociale di raccolta fondi con ricompensa (*) https://sostieni.link/29319 , sia per dare impulso e continuità alle altre ‘ pratiche ’ di economia circolare che l’Associazione intende promuovere, sia per sostenerla in alcune attività di aiuto che i volontari dell’Associazione Stracomunitari svolgono per le famiglie in difficoltà (es. costi di gestione per la raccolta, stoccaggio e distribuzione dei beni alimentari).

La ‘pratica’, solo agli inizi, ha il sostegno di Banca Etica e l’Unione dei Comuni, il patrocinio del Comune di Senigallia e di Legambiente e si sta già facendo conoscere tra gli stakeholders locali come i Comuni, le scuole del territorio, le imprese più sensibili ai temi ambientali, alcune cooperative ed Associazioni del Terzo settore.

(*)Ricompense

  • Per una donazione da € 10 si ricevono 10 brik da 500ml.
  • Per donazioni da € 50 si ricevono 60 brick da 500 ml ed una giornata da trascorrere in compagnia dei volontari dell’Associazione.
  • Per donazioni di € 300 si ricevono 350 brik da 500 ml (consigliato a Enti ed Imprese)
QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: