Angeletti e Bomprezzi al sindaco: “Faccia subito riaprire la scuola di Montignano”

Angeletti e Bomprezzi al sindaco: “Faccia subito riaprire la scuola di Montignano”

“Chi governa Senigallia, pur avendo espresso in campagna elettorale (almeno a parole) la scelta di investirci, attende un anno per poi decidere da un giorno all’altro di chiudere, senza programmare una soluzione ponte né un intervento provvisorio”

SENIGALLIA – “Nella scorsa seduta del Consiglio comunale – scrivono le consigliere del Partito democratico Margherita Angeletti e Chantal Bomprezzi -, consci della situazione di grande disagio arrecata dalla chiusura della Scuola di Montignano, e facendoci portavoce delle domande di molteplici cittadini circa le tempistiche della riapertura, come al solito ci siamo sentiti dare una risposta attendista. La risposta è che la scuola rimane chiusa fino a data da destinarsi. Nessuna soluzione, dunque, se non la previsione di un intervento che sarebbe programmato per il 2023, senza alcuna copertura finanziaria ma solo con una riga negli allegati di bilancio.

“Ma quali sono le motivazioni che hanno spinto Sindaco e Giunta a chiudere?  Certamente non indicazioni tecniche, in quanto abbiamo acquisito il verbale del sopralluogo e non si parla di inagibilità né di necessità di chiusura. Niente di nuovo rispetto al passato, con la differenza che oggi e per il futuro – aggiungono Angeletti e Bomprezzi – l’Amministrazione è sprovvista di dirigenti, ergo di soggetti deputati ad assumersi responsabilità. Già quindi vediamo come questa scellerata scelta politica stia producendo effetti insperati per l’efficienza della macchina amministrativa. Così come, andando per esclusione, è stata una scelta politica quella di chiudere una scuola.

“Che cos’altro si poteva fare? Anzitutto il sopralluogo è avvenuto l’8 settembre, a scuola praticamente iniziata, e non su iniziativa dell’amministrazione bensì del dirigente scolastico! Questo Governo cittadino, pertanto, pur avendo espresso in campagna elettorale (almeno a parole) la scelta di non solo mantenere aperta la scuola, ma di investirci, e perfettamente conscia della vetustà della scuola, attende un anno per poi decidere da un giorno all’altro di chiudere, senza programmare una soluzione ponte né un intervento provvisorio. Non ci rimane – concludono le consigliere del Partito democratico Margherita Angeletti e Chantal Bomprezzi – che auspicarci che l’amministrazione cambi idea e riapra la scuola al più presto”.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: