Anche le Marche impegnate a dare un futuro all’Europa / Video

Anche le Marche impegnate a dare un futuro all’Europa / Video

Mercoledì a Senigallia il convegno patrocinato dall’Assemblea legislativa sul ruolo dell’UE e sulle nuove sfide, dal Recovery al federalismo

ANCONA – #The Future is Yours, il futuro è nelle tue mani. E’ lo slogan scelto dall’UE per invitare cittadini e istituzioni a prendere parte alla Conferenza sul futuro dell’Europa, una serie di dibattiti e discussioni per raccogliere le proposte e le raccomandazioni, definendo scelte quanto più condivise.

L’Associazione italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa (AICCRE – Federazione Marche) promuove una serie di iniziative, presentate a Palazzo delle Marche, per favorire l’ascolto dei territori in questo processo di partecipazione diffusa, che troverà sintesi nella primavera del 2022.

Il primo appuntamento, apripista in Italia, è il convegno “Il futuro delle Marche nel futuro dell’Europa” mercoledì 13 ottobre a Senigallia, patrocinato dall’Assemblea legislativa. «Per le Marche – ha sottolineato il Presidente del Consiglio regionale Dino Latini – un passo in avanti molto importante nella partecipazione al cammino e al consolidamento dell’Europa Unita». «Grazie all’AICCRE e agli organizzatori – ha proseguito Latini – il convegno rappresenta il punto iniziale di una discussione nazionale che non potrà essere sottratta all’attenzione di coloro che guardano all’approdo europeo in maniera completa e definitiva, anche con le modifiche necessarie per fare in modo che questo cammino sia spedito».

Tra gli obiettivi dell’Associazione, spiegati dal neo presidente della Federazione Marche, il sindaco di Fano, Massimo Seri, quello di recuperare il distacco tra cittadini e Ue con attività di sensibilizzazione, formazione e riflessione. «C’è stato – sostiene Seri – uno scollegamento, un allontanamento negli anni, non interpretato e probabilmente diventato un alibi per le difficoltà dei Paesi all’interno delle politiche nazionali.

La Conferenza sul futuro dell’Europa, che parte dalla società civile e da tutta l’articolazione istituzionale, ci aiuterà a capire quali dovranno essere le riforme, nella consapevolezza che nel contesto internazionale il ruolo dell’UE sarà sempre più determinante e se ci sarà una rinascita sarà grazie all’Europa».

“Il seminario del 13 ottobre – ha detto il presidente del Consiglio comunale di Senigallia, Massimo Bello – si inserisce pienamente nell’ambito del dibattito che l’Europa ha aperto sul futuro costituzionale della “casa europea” e per offrire ai cittadini e alle autorità locali l’opportunità di ragionare insieme sulle prossime sfide UE a 71 anni dalla Dichiarazione di Schuman”.

Nell’occasione il presidente Bello ha illustrato l’agenda dei lavori dell’AICCRE Marche, su cui “stiamo già organizzando le prossime iniziative”, ha detto. “Si tratta di una serie di obiettivi – ha aggiunto – che permetteranno all’AICCRE di avviare una seria e puntuale campagna di informazione e formazione sulle politiche UE nei territori, una stretta collaborazione con la Delegazione della Regione Marche a Bruxelles, un rafforzamento del Patto dei Sindaci su ambiente ed energia sostenibile, una piena valorizzazione della rete dei gemellaggi europei, una costruttiva partecipazione dei Comuni e delle Regioni all’attuazione delle politiche di coesione UE, un reale e proficuo sostegno all’Agenda 2030 sullo sviluppo sostenibile e un approfondimento all’europrogettazione per permettere agli enti locali di intercettare i fondi europei e di presentare progetti innovativi dalla cultura all’ambiente, dalle infrastrutture alle politiche sociali.”

Senigallia e le Marche capitali UE. Il primo appuntamento, in Italia, è proprio la conferenza, che si terrà il 13 ottobre a Senigallia, patrocinata anche dall’Assemblea legislativa. «Per le Marche e per Senigallia – ha sottolineato il Presidente del Consiglio regionale Dino Latini – un passo in avanti molto importante nella partecipazione al cammino e al consolidamento dell’Europa Unita».

Il convegno seguirà le norme anti-covid per il suo svolgimento, avrà inizio alle ore 17.00 e potrà essere seguito in diretta streaming collegandosi al sito istituzionale www.comune.senigallia.an.it

QUI SOTTO due VIDEO:

 

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: