Ad Arcevia e Ostra Vetere celebrato il 200° anniversario di Mercantini e il 100° del Milite Ignoto

Ad Arcevia e Ostra Vetere celebrato il 200° anniversario di Mercantini e il 100° del Milite Ignoto

ARCEVIA – In occasione della  ricorrenza della fine della I Guerra Mondiale, definita “IV Guerra d’Indipendenza”,  è stato commemorato ad Arcevia ed Ostra Vetere l’anniversario del  200° della nascita di Luigi Mercantini e il 100° del trasferimento a Roma della salma del “Milite Ignoto” dal Gruppo “Pierluigi Mastrucci” di Barbara, della  Sezione “Garibalda Canzio” di Castelbellino dell’Associazione Nazionale Veterani e Reduci Garibaldini (ANVRG), di concerto con gli Istituti Comprensivo di Arcevia  e Ugo Foscolo di Ostra Vetere, con la collaborazione di  Italia Nostra – Sezione di Arcevia e  dell’Accademia di Oplologia e Militaria di Ancona.

Il fine dell’iniziativa didattica, lungi dall’essere esclusivamente celebrativo, ha voluto cogliere gli aspetti comuni e universali dell’immortalità del gesto eroico, esaltata nei primi versi dell’ “Inno di Garibaldi” del Mercantini, e del significato simbolico proprio dell’anonimo soldato sepolto nell’Altare della Patria, rappresentante quanti si sono immolati per dovere civico. Il percorso biografico del poeta patriota è stato poi sintetizzato nella vita di un uomo nuovo in un’età di transizione postrivoluzionaria, che, dopo una giovinezza vissuta all’ombra di una Chiesa ancora autocratica e politicizzata, si è poi emancipato grazie ai proventi della propria attività didattica avviata nel 1841 ad Arcevia, dove incontrò anche la sua amatissima prima moglie Anna Bruni, sorella del patriota Pacifico, alla quale è stata dedicata un’epigrafe.

Gli allievi delle ultime classi della Secondaria di I Grado, magistralmente preparati dalle insegnanti Fabiola Brunetti e Cinzia Giaccaglia ad Ostra Vetere, Elena Motisi, in Arcevia, hanno mostrato con i loro componimenti di aver compreso i superiori obiettivi educativi al di là dello specifico contesto storico, come soprattutto nei premiati componimenti di Chiara Romagnoli e dell’arceviese Marianna Ugolini, con la significativa chiusa della poesia “La vittoria nel ricordo”:  “…alla fine vittoria, ma ancora dolore, il popolo terrà nel ricordo quel loro grande onore”.

Analoghe pergamene illustrate, firmate dalla presidente nazionale onoraria dell’ANVRG, Annita Garibaldi Jallet – donatrice di una corona d’alloro deposta di fronte al Monumento ai Caduti di Ostra Vetere, patria di Paolo Gioacchini, sacrificatosi con due figli nel tentativo garibaldino di liberare Roma nel 1867 -, sono state altresì conferite, per la collaborazione offerta, ai sindaci, ai dirigenti scolastici, allo storico arceviese Paolo Santini, alla sezione arceviese di “Italia Nostra”, e alla suddetta Accademia, presente con una rappresentanza in costume garibaldino.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: