Il Comune affida alla Uisp gli impianti sportivi delle Saline ed esplode la polemica

Il Comune affida alla Uisp gli impianti sportivi delle Saline ed esplode la polemica

L’ex consigliere comunale Roberto Paradisi pone domande precise su ostello, debiti, palestre e gestione. E chiede delle risposte ufficiali

SENIGALLIA – Ieri abbiamo dato la notizia dell’affidamento, da parte dell’Amministrazione comunale di Senigallia, della gestione di tutti gli impianti sportivi delle Saline, una vera e propria “cittadella dello sport”, per i prossimi 13 anni, alla società Saline SC Senigallia, costituita appositamente.

Inevitabili le polemiche per una decisione che sorprende, anche perché è stata presa da un’Amministrazione comunale che punta – almeno a parole – al cambiamento.

Il primo a prendere posizione è l’avvocato Roberto Paradisi (nella foto, a destra), portavoce di Unione Civici Marche ed uomo di sport, che ha sempre seguito, con particolare attenzione la questione.

“La Uisp – afferma Paradisi – si presenta sotto altro nome e promette “sport per tutti” un’altra volta. La scelta della precedente Amministrazione di ricorrere ad un progetto di finanza, sostanzialmente pensato per la Uisp (l’organizzazione sportiva legata ai partiti progressisti e, a Senigallia, beneficiaria di privilegi per decenni), non è mai stata sufficientemente criticata.

“Ma le domande da fare – aggiunge l’avvocato Roberto Paradisi – sono: la Uisp, prima di promettere benefici ai cittadini e alla città, ha mai onorato il debito di 421.468 euro che il Demanio ha richiesto al Comune di Senigallia per l’ostello abusivo realizzato dalla Uisp stessa per oltre 20 anni alle ex colonie della Gil?

“La Uisp sta rispettando il disciplinare per l’assegnazione delle palestre che prevede l’assegnazione di non più di 4 impianti a società/ente di promozione sportiva? La Uisp risarcirà il Comune (e quindi i cittadini) per l’inadempimento contrattuale, avendo rinunciato per oltre un anno, a gestire gli impianti e creando disagi enormi ai cittadini? Fiduciosi – conclude Roberto Paradisi -, attendiamo risposte ufficiali”.

PER SAPERNE DI PIU’

“Ecco come valorizzeremo il complesso sportivo delle Saline”

 

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: