Consegnate a Corinaldo medaglie commemorative ai discendenti dei caduti della Grande Guerra

Consegnate a Corinaldo medaglie commemorative ai discendenti dei caduti della Grande Guerra

di MASSIMO BELLUCCI

CORINALDO – A Corinaldo si è svolta la cerimonia di consegna delle medaglie commemorative ai discendenti dei caduti della Grande Guerra. Promossa dalla sezione Artiglieri Ciro Perugini in collaborazione con il Comune di Corinaldo, la cerimonia è stata preceduta dal corteo che si è snodato per le vie del paese, accompagnato dalla banda musicale cittadina, diretta dal Maestro Giovanni Frulla, durante il quale sono state deposte le corone presso il sacrario cittadino e presso il monumento ai caduti.

Dopo la Santa Messa, celebrata dal parroco don Giuseppe Bartera presso la collegiata di San Francesco, il sindaco Matteo Principi ha ricordato il sacrificio delle vittime e il valore della memoria storica, ha inoltre ringraziato la sez. Artiglieri di Corinaldo, presieduta da Mauro Saltarelli.

Successivamente si è svolta la suggestiva cerimonia di consegna delle medaglie e dei diplomi, alla presenza dei familiari dei caduti, di una nutrita rappresentanza dell’amministrazione comunale e dei delegati di numerose associazioni combattentistiche con i loro stendardi.

Sono stati scanditi uno ad uno i nomi di 32 caduti, le loro generalità e le circostanze nelle quali i nostri antenati concittadini hanno perso la vita nella tragiche vicende belliche; sono state inoltre consegnate le medaglie ai discendenti di alcuni reduci. Hanno partecipato attivamente alla cerimonia il sindaco Matteo Principi, la vicesindaca Rosanna Porfiri, il comandate della stazione Carabinieri di Corinaldo luogotenente Raffaele Gargamelli, oltre a Mauro Saltarelli in qualità di delegato regionale dell’Associazione Artiglieri. Molto sentita la partecipazione dei discendenti, che con commozione e orgoglio hanno ricevuto la medaglia.

Una occasione per riflettere su un grande evento storico ricollegandolo alle memorie familiari, che, a distanza di così tanto tempo, rischiano di affievolirsi, ma ricollegandolo anche al valore della pace e della democrazia, che a volte vengono dati per scontati, ma che vanno difesi anche con iniziative come questa.

(Le foto sono di Luciano Galeotti)

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: