Bocce / Serra de’ Conti campione d’Italia di prima categoria

Bocce / Serra de’ Conti campione d’Italia di prima categoria

A Bergamo battuta la Sangiustese nella finale tutta marchigiana

BERGAMO – Altro straordinario risultato per le bocce della nostra regione. La finale dei campionati italiani societari di Prima Categoria svoltisi nel weekend a Bergamo è stata infatti tutta marchigiana.
A laurearsi società campione d’Italia di Prima Categoria è stata la squadra del Serra de’ Conti che ha sconfitto 5-3 nell’appassionante epilogo la Sangiustese.
Una soddisfazione enorme per la bocciofila serrana presieduta da Erino Rossi che è anche il commissario tecnico della squadra laureatasi campione.
Ma i complimenti vanno fatti anche alla Sangiustese, qualificata alla final eight di Bergamo dopo aver vinto il girone umbro-marchigiano e autrice di un ottimo cammino avendo battuto i siciliani del Bagheria nei quarti di finale e i campani del Coppola in semifinale.
La finale ha però sorriso al Serra de’Conti che nei quarti aveva eliminato i trevigiani del Concordia e in semifinale il San Vincenzo (Livorno).
Con questo risultato, sia il Serra de’Conti, sia la Sangiustese acquisiscono il diritto di partecipare al campionato di serie A2 nella stagione 2022, entrando così nell’élite della raffa nazionale.
Appassionante la finale “panmarchigiana” con il Serra de’Conti che partiva meglio vincendo il primo set sia nell’individuale con Paolo Cicetti sia nella terna, dovendo però subire la reazione della Sangiustese nei secondi set delle due specialità con Davide Torresi trascinatore grazie ad un’ ottima prova nel secondo set individuale. Si arrivava così al secondo turno di gare con le partite di coppia in cui il Serra de’ Conti portava a casa tre set contro uno soltanto della squadra di Monte San Giusto grazie al 2-0 della coppia Mancini-Anselmi sugli avversari sangiustesi che ha determinato il 5-3 finale.
“E’ una soddisfazione enorme – ha dichiarato dopo la premiazione l’emozionatissimo presidente e ct del Serra de’Conti Erino Rossi –. Siamo una piccola società formata da tutti amici e non avremmo mai pensato di raggiungere un risultato come questo. La festa è doppia perché domani (lunedì ndr) potremo riaprire al pubblico anche il bocciodromo che era rimasto chiuso nelle ultime settimane per il focolaio covid. Fortunatamente, però, la struttura è rimasta a disposizione degli atleti per gli allenamenti, cosa che ci ha consentito di arrivare alle finali preparati”.
La squadra del Serra de’Conti campione d’Italia di prima categoria e neopromossa in A2 è composta da Novello Bocchini (Capitano), Dario Mancini, Paolo Cicetti, Marco Anselmi, Sandro Valentini, dal CT e presidente Erino Rossi e dal dirigente accompagnatore Fulvio Brunetti.
Onore anche alla Sangiustese, medaglia d’argento e comunque promossa in A2. Della squadra fanno parte Davide Torresi (Capitano), Paolo Campanari, Fabrizio Santarelli, Gilberto Aliberti, Leonardo Cannella, Enrico Germani, dal CT Massimo Lanni e dal dirigente accompagnatore Gildo Capriccioni.
Se è vero che la finale tutta marchigiana tra Serra de’Conti e Sangiustese nella Prima Categoria è stato l’apice, va detto che le Marche hanno ottenuto soddisfazioni anche nelle altre categorie, visto che alle final eight di Bergamo si erano qualificate anche l’Oikos Fossombrone in Seconda Categoria, sia l’Arceviese in Terza Categoria.
L’Oikos non è riuscita a superare i quarti di finale venendo battuta dai laziali dell’Olsaretti. Già qualificarsi alle finali di Bergamo è stato comunque un grande risultato per la squadra B forsempronese (ricordiamo che la squadra A ha giocato i play off scudetto lo scorso anno). La squadra del Fossombrone era composta da Michele Ambrogiani (Capitano), Tonino Aguzzi, Paolo Bucchi, Giacomo Alberici, Giacomo Iuliano, dal CT: Giorgio Tonelli, dal vice CT Romeo Righi e dal dirigente accompagnatore Cesare Carbonari.
Meglio è andata l’Arceviese in Terza Categoria. La squadra di Arcevia ha infatti superato i quarti di finale battendo il Rieti, dovendo però poi arrendersi in semifinale ai calabresi del Laurmend. Una medaglia di bronzo nazionale però del tutto soddisfacente e per certi versi sorprendente per la Bocciofila Arceviese giunta a Bergamo dopo uno straordinario cammino nel girone di qualificazione. Della spedizione facevano parte Mario Castiglioni (Capitano), Domenico Agostinelli, Marzio Caldarigi, Mirco Ciciliani, Celeste Mariotti, Sesto Renani, Settimio Renani, Girolamo Rossi, dal CT Ivano Bontempi e dal dirigente accompagnatore Bruno Maini.

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: