Con “Per Terra” domenica ad Ostra si torna a scoprire – ed apprezzare – l’ambiente   

Con “Per Terra” domenica ad Ostra si torna a scoprire – ed apprezzare – l’ambiente   

OSTRA – Nella Sala Grande del Comune di Ostra, è stata presentata la manifestazione Per Terra (Passi Curiosi in Festa), che si svolgerà domenica 28 novembre.

A presenziare il sindaco Federica Fanesi, il presidente dell’Associazione Per Terra Giuseppe Falcinelli, il presidente della Pro Loco di Ostra Egidio Muscellini, il vice sindaco Raimondo Romagnoli e l’assessore all’Ambiente e Territorio Alberto Agarbati.

Nel corso della serata, è stato svelato tutto il programma della manifestazione, ideato ed elaborato grazie all’impegno di tante persone e alla fattiva collaborazione tra istituzioni.
É doveroso ricordare la determinazione e l’impegno profuso in queste settimane, dagli staff di Per Terra, della Pro Loco, dalle Guide AIGAE, da tutti gli operatori delle varie attività agricole, produttive e ricettive di Ostra, dalle diverse associazioni e organizzazioni, che contribuiranno per la realizzazione della manifestazione.
Nell’arco dell’intera giornata saranno realizzati  diversi percorsi guidati in bici, a piedi e a cavallo, laboratori per i più piccoli, il convegno dedicato all’avifauna selvatica, attività tutte dedicate al rispetto dell’ambiente, alla cultura del territorio e alle nostre tradizioni rurali.
La giornata si concluderà alla “Lanterna Verde”, sede Pro Loco di Ostra in Via Don Minzoni 2, dove l’associazione organizzerà una gustosa merenda tipica, accompagnata dal gruppo folkloristico “ La damigiana”.
Tutti i relatori hanno invitato alla partecipazione, la quale ricordiamo sarà possibile solo tramite l’Applicazione “Per Terra”, scaricabile negli store, iscrivendosi e prenotando l’attività desiderata, il tutto sarà realizzato nel pieno rispetto delle normative attuali contro il covd-19.
Il sindaco di Ostra Federica Fanesi ha affermato: “Ogni incontro porta con se la promessa di novità e di arricchimento. Ostra ha incontrato il “branco” di “Per terra” e sta muovendo passi lenti e curiosi alla scoperta del proprio territorio. Con un approccio fatto di ascolto e attenzione, quindi di rispetto e desiderio di valorizzare il bene e il bello che ci circondano, parte questa nuova avventura. Gli ingredienti sono semplici: intanto usciamo e cominciamo ad abitare ancora i nostri spazi, ma con una consapevolezza nuova. Aprirsi lentamente alla bellezza del nostro borgo e delle nostre campagne; liberarsi passo dopo passo dell’abitudine, per recuperare quello stupore che rinnova il senso di appartenenza e ci rende grati delle nostre radici; accogliere i colori, i profumi e i sapori, che il nostro territorio è in grado di produrre e i nostri imprenditori di lavorare e trasformare; ascoltare racconti; scoprire la fauna, che condivide i nostri spazi; assecondare le stagioni e lasciare che siano loro ad ispirare nuovi percorsi…. A piedi, su due ruote, a dorso di cavallo, in compagnia del cane di famiglia, insieme.

Si inizia domenica e gli altri appuntamenti nasceranno spontaneamente da quanto condivideremo. Questo “metterci in cammino” sia di buon auspicio per il tempo che viviamo. Un grazie sincero oltre ai nuovi amici di “Per Terra” anche ai membri della nostra Pro Loco, per la collaborazione attenta e disponibile che non fanno mai mancare”

Questo, invece, quanto dichiarato dal coordinatore del progetto Per Terra. Giuseppe Falcinelli: “Ancor prima della presentazione del programma del 28 novembre, vogliamo ringraziare per la piacevole e ricca esperienza che in questi giorni stiamo vivendo ad Ostra.

Tanti, generosamente si stanno impegnando in questa piccola, semplice ma grande idea di Per Terra: nulla di nuovo, che molti hanno già proposto con altre situazioni ed eventi, ma con qualche ingrediente diverso.

Dopo l’esperienza di Corinaldo infatti,  grazie all’Amicizia che ci lega alla Pro Loco di Ostra, ed il pieno sostegno dell’Amministrazione comunale, i nostri passi ed i nostri percorsi si incrociano con il territorio di Montalboddo e la sua gente.

Sono anche “Campanili che si abbracciano”, è la voglia di fare insieme e di condividere esperienze, un Branco che si popola muovendosi in un corridoio naturale che ci unisce, tra donne, uomini ed ambiente.

Voglia di sognare nuovi percorsi, con la curiosità di scoprire e riscoprire, sempre con la semplicità delle piccole cose, all’interno di un palcoscenico naturale che circonda i nostri borghi ogni giorno ed in ogni stagione.

E’ la nostra terra, che quotidianamente regala ed offre con genuinità e spontaneità, di cui  siamo parte e della quale dobbiamo prenderci cura.

Tanto l’entusiasmo, spirito di condivisione,  attenzione e professionalità  che stiamo respirando e vivendo già in questi giorni ad Ostra lavorando con passione ed allegria, scoprendo esperienze, realtà e proposte interessantissime.

E’ il modo migliore per interpretare il nostro territorio, valorizzarlo e promuoverlo, attraverso anche l’educazione ambientale.

Si riscopre così, come ogni territorio ha il suo carattere ed il suo sguardo, con i suoi accenti e modi, con odori, sapori e colori che risaltano tra la terra che si piega e rigenera in ogni stagione.

Presentarci il nostro paese da un’altra prospettiva; un modo diverso di assaporare e scoprire quanto di più bello e buono abbiamo attorno a noi in ogni occasione, semplicemente con occhi diversi e più consapevoli e con piccoli gesti quotidiani.

Questo facciamo e siamo tutti i giorni nelle nostre piccole e grandi realtà, senza sofisticazioni, da quando ci risvegliamo con il profumo del pane nei nostri forni fino all’indomani. Vorrei ripetere ancora quelle straordinarie righe raccolte da “Appennino atto d’amore” di Paolo Piacentini:

“Chi decide di conoscere un territorio con la forza delle gambe, del cuore e della mente si connette con la parte più profonda degli elementi naturali: entra in empatia con se stesso e con il mondo. Quando calpestiamo per giorni il suolo, sospesi tra terra e cielo, non possiamo aver voglia di distruggere quello che vediamo ma disponiamo l’animo all’accoglienza dell’infinito, che vuol dire distacco dal possesso e amore per la fruizione sobria di quello che la Terra dona.”

Cosi nasce Per Terra – Passi Curiosi in Festa ad Ostra 2021, una esperienza ideata insieme e condivisa partendo dal territorio.

Il progetto Per Terra vuole essere un  piccolo seme ed un percorso lento e condiviso, semplice, fatto di quotidiano e di tanta gente, di comunità, che parte da e che vuole arrivare lontano, con cuore, testa e cura”.

 

 

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: