Benemerenza garibaldina al dottor Gabriele Pagliariccio

Benemerenza garibaldina al dottor Gabriele Pagliariccio

BARBARA – Nei giorni in cui il Comune di Barbara ha festeggiato la sua omonima santa – subentrata al precedente patrono Bartolomeo, come “defensor civitatis”, in quanto ritenuta la spirituale protettrice del castello nel 1461 dal cannoneggiamento delle artiglierie di Sigismondo Malatesta, signore di Rimini – e nella ricorrente occasione del conferimento del premio comunale ‘Santa Barbara’, il gruppo “Pierluigi Mastrucci” di Barbara dell’Associazione Nazionale Veterani e Reduci Garibaldini (ANVRG) ha insignito della sua annuale benemerenza Gabriele Pagliariccio, neoprimario di chirurgia vascolare nell’Ospedale “Giuseppe Mazzini” di Teramo.

L’attestato pergamenaceo, giunto alla sua sesta edizione, è stato concepito per additare al pubblico encomio azioni esemplari di volontariato non solo nella difesa della patria o dei popoli oppressi, come nel caso del senigalliese Giuseppe Chiostergi garibaldino in Francia nel 1914, ma anche nella beneficenza ai profughi, nella solidarietà con i terremotati, nell’assistenza ospedaliera o nella lotta contro il Covid, cioè il  volontariato di ieri e di oggi come difensore di deboli o inermi da qualsivoglia pericolo, al di là dell’origine geografica e del credo religioso o politico.

Autorevole interprete di tali finalità è quindi Gabriele Pagliariccio, degno figlio del compianto dottor Alfonso – sacrificatosi nell’infaticabile e generosa espletazione della sua professione medica in qualità di primario chirurgo dell’Ospedale di Corinaldo dal 1961 al 1980 -, non solo per i suoi meriti professionali ma soprattutto per la reiterata opera di dedizione, a partire dagli anni ’90 e nei periodi feriali, in favore delle popolazioni più povere di Albania, Bangladesh, Costa D’Avorio, Etiopia, Perù, o, nell’ “Operazione Mato Grosso”, presso l’ospedale “Claudio Benati”  di Zumbahua sulle Ande Ecuadoriane.

Nella stessa cerimonia, dopo la consegna da parte del responsabile del gruppo ANVRG, Raniero Serrani, della pergamena illustrata e controfirmata dalla presidente nazionale Annita Garibaldi Jallet, pronipote dell’ “Eroe dei Due Mondi”, alla presenza di Ettore Baldetti, presidente della sezione marchigiana “Garibalda Canzio” di Castelbellino,  il sindaco di Barbara, Riccardo Pasqualini, ha consegnato il premio ‘Santa Barbara’ a Catia Lorenzetti, insegnante in pensione dopo un trentennale servizio nel piccolo comune del Senigalliese, e a Flavia Curzi,  presidente del locale “Centro Sociale” nella rinnovata sede.

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: