“Occorre rafforzare la risposta sanitaria territoriale ed ospedaliera”

“Occorre rafforzare la risposta sanitaria territoriale ed ospedaliera”

Appello rivolto ai vertici regionali della sanità dai sindaci dei Comuni di Arcevia, Barbara, Castelleone di Suasa, Corinaldo, Ostra, Ostra Vetere, Senigallia, Serra dè Conti e Trecastelli

SENIGALLIA – Rafforzare e rendere più sinergica la risposta sanitaria territoriale ed ospedaliera. E’ questo l’appello che i Sindaci della Dimensione Territoriale Ottimale n. 7 (Unioni dei Comuni Le Terre della Marca Senone e Misa-Nevola) formato dai primi cittadini di Arcevia, Barbara, Castelleone di Suasa, Corinaldo, Ostra, Ostra Vetere, Senigallia, Serra dè Conti e Trecastelli, rivolge alle autorità politiche ed amministrative attraverso una lettera inviata questa mattina al Governatore Francesco Acquaroli, all’Assessore regionale alla Sanità e Servizi Sociali Filippo Saltamartini, al Direttore Dipartimento 5 Salute e ARS Regione Marche Armando Marco Gozzini, al Direttore Asur Marche Nadia Storti, al Direttore Area Vasta 2 Giovanni Guidi ed al Direttore del Distretto di Senigallia Alessandro Marini.

Nel testo della lettera i Sindaci, nella loro qualità di ufficiali sanitari locali, evidenziano le criticità riscontrate nei servizi sanitari erogati nel territorio che rischiano di rendere più difficile la piena tutela del diritto alla salute dei cittadini.

La popolazione della Dimensione Ottimale n. 7-  si legge nella lettera-  pari a 77.521 abitanti rappresenta il 17% della popolazione provinciale ( dato che cresce in misura esponenziale durante la stagione estiva quando Senigallia registra circa un milione di presenze turistiche) mentre la sua estensione territoriale coincide con il 24% dell’intera superficie territoriale provinciale.

Proprio a partire da questa rilevanza generale del contesto, i Sindaci esprimono nella nota indirizzata ai vertici regionali la loro preoccupazione per la situazione creatasi soprattutto in merito all’assistenza di base chiedendo con un’unica voce alle autorità politiche ed amministrative di agire per quanto di competenza e nelle opportune sedi istituzionali perseguendo l’obiettivo di rafforzare e rendere più sinergica la risposta sanitaria territoriale ed ospedaliera.

Molte le criticità nel territorio evidenziate dai Sindaci nella lettera: il progressivo pensionamento dei medici di famiglia e dei pediatri, il servizio 118 che da moltissimo tempo non svolge il servizio secondo il Piano Sanitario Regionale, il depotenziamento rispetto agli altri due Ospedali dell’Area Vasta 2 dell’Ospedale di Senigallia, l’esigenza di non ridurre e accorpare  il Servizio di Guardia Medica dei Comuni dell’entroterra e consolidare quella Turistica.

Per esaminare nel dettaglio le problematicità evidenziate e per elaborare una strategia condivisa i Sindaci nella loro nota chiedono alle autorità politiche ed amministrative regionali un incontro urgente per fornire ai cittadini risposte efficaci e non più rinviabili.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: