A Serra de’ Conti annullato per Covid anche il Canto della Pasquella

A Serra de’ Conti annullato per Covid anche il Canto della Pasquella

SERRA DE’ CONTI – “La sempre apprezzata e partecipata manifestazione del Canto della Pasquella ad uso delle suore – esordisce il sindaco Letizia Perticarolinon si può svolgere giovedì 6 gennaio per le vigenti normative in materia di eventi all’aperto.

“E’ senza dubbio un ulteriore elemento negativo per l’intera comunità locale molto legata alle proprie tradizioni popolari e religiose ma purtroppo la pandemia sta risalendo anche a Serra de’ Conti dove si registrano 35 positivi e 16 in quarantena “.

“Il canto della tradizionale Pasquella – prosegue Letizia – , ritrovato nei documenti del Monastero di Santa Maria Maddalena di Serra de’ Conti, è un testo originale e diverso dalla Pasquella solitamente cantata dai cantori popolari delle contrade marchigiane. La Pasquella fu composta da Maria Virginia Donzelli, una suora del Monastero di Santa Maria Maddalena di Serra de’ Conti , e copiata nel 1849. Questo canto tradizionale venne ritrovato nel 2000 e fu presentato in occasione dell’inaugurazione del Museo della Arti Monastiche nel 2002.

Il Canto viene eseguito da un gruppo spontaneo di cantori formatosi per iniziativa dell’Amministrazione Comunale e dell’Istituto per la Religiosità Popolare delle Marche”.

“Il Covid  – conclude il sindaco – impedisce di nuovo lo svolgimento delle iniziative culturali promosse dall’Amministrazione comunale ,dopo l’annullamento della Fiera del Patrono Beato Gherardo, della Festa religiosa in suo onore e la Festa della Cicerchia svoltasi in forma ridottissima solo presso alcuni ristoranti ed agriturismi di Serra de’ Conti, Arcevia, Barbara e Senigallia”.

 

QS – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quisenigallia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: